Al Bano: "Quando Romina Power mi lasciò, Loredana Lecciso riempì casa con una nuova allegria"

Al Bano assicura di avere oggi con la Lecciso un bel rapporto, ma lei non vive a Cellino San Marco con lui.

Al Bano sta preparando la partenza per un nuovo tour all'estero (canterà in Romania, Bielorussia e Russia), consapevole del fatto che io grazie a Dio non sono mai passato. Ho sempre venduto tanto, in tutto il mondo". Nel frattempo racconta a freddo in un'intervista a Il Giornale il ritorno sul palco con l'ex moglie Romina Power. Il riferimento è al concerto tenuto a Mosca ad ottobre 2013. Al Bano spiega che quell'evento "poteva essere fatto qui in Italia" in quanto "avevamo un progetto con la Rai, ma per tre volte è sfumato e non abbiamo mai trovato un accordo". Alla fine dunque si è tenuto in Russia e si è trattato di un vero e proprio successo:

Un'esplosione di emozioni. Le mie figlie hanno pianto. Mia mamma di 93 anni, che prepara la valigia e mi segue ovunque, era piena di gioia. Erano diciannove anni che non ci vedevamo. Comunicavamo tramite avvocati. Non cantavamo più insieme dal 1994, da quel 4 luglio a Milano a San Siro. Era già l'inizio della fine. Lei mi disse: ?La vedi tutta questa folla? Non la vedremo più?. E invece si sbagliava.

Al Bano rivela che non sono comunque mancate discussioni con la Power per alcuni dettagli tecnici ("Lei pretendeva che io cantassi due toni sotto. Non volevo sacrificare la mia voce"). Però la reunion è servita a riportare serenità. Sebbene un po' di amarezza la si colga ancora nelle parole del diretto interessato:

Oggi abbiamo un rapporto più sano. E comunque ha fatto tutto lei. Fosse stato per me non ci saremmo mai separati. È lei che ha portato il germe della separazione nella famiglia Carrisi. Prima di allora nella mia famiglia non si sapeva cosa significasse la parola divorzio. È lì che è uscita l'americana che è in lei.

Al Bano prosegue rievocando gli anni '90 e definendoli "veramente tremendi":

La mia famiglia andava a pezzi. Ho sofferto come un cane. Mi infuriavo con Dio: ?ma che ti ho fatto? Che ti ho fatto per meritare questo??

Poi però è tornato il sole anche a Cellino San Marco, grazie ad una certa Loredana Lecciso. Una donna molto diversa da Romina:

Sono agli opposti. Con la Power è stato un amore fantastico dal '68 al '89. Anni strepitosi, meravigliosi, da favola. Io e lei in giro per il mondo, innamorati pazzi, con una famiglia bellissima, solare, i bambini, la casa, le canzoni. Era la felicità. Ci credevo nelle cose che cantavo. Poi è finito tutto. Mi ha lasciato. Una solitudine pazzesca. A casa all'improvviso c'era il vuoto. Facevo le scale e sentivo l'eco e mi veniva da piangere. Io non sono fatto per stare da solo. Loredana ha riempito la casa con nuova allegria.

Quando gli viene chiesto se oggi stia ancora con la Lecciso (ieri ospite di Barbara d'Urso a Domenica Live), il cantante si limita ad un non entusiasmante "abbiamo un bel rapporto ma lei vive a Lecce". Quindi spazio al racconto della genesi dell'amicizia con Vladimir Putin:

Il primo incontro c'è stato addirittura nel 1987. Ero in tour a Leningrado. Era un altro mondo, c'era ancora l'Urss. Io e Romina fummo accolti dalla nomenklatura e mi presentarono anche questo signor Putin. Era nato lì, dirigeva il Kgb nella Ddr. Mi fece subito una certa impressione, accanto a lui tantissime guardie. Impressionante. Mi disse che era un nostro fan. La seconda volta ci siamo rivisti nel 2005, al Cremlino. Era Capodanno, lui era ormai il grande Putin e al tavolo aveva la famiglia Eltsin, i rappresentanti dei musulmani e dei cristiani. Una serata indimenticabile. Poi c'è stata l'occasione in cui mi ha invitato alla sua festa di compleanno a San Pietroburgo, nel 2009: ha voluto che cantassi nello stesso salone del G8.

Infine, la confessione. Ecco cosa acquistò con i primi soldi intascati da cantante:

Un trattore per mio padre. Era il 1961 il mio primo contratto la Emi, la casa discografica, mi aveva fruttato otto milioni. Pensavo più alla mia famiglia che a me. Volevo renderli felici. Poi ho comprato la terra. I miei avevano 8 ettari. Pochi, da piccolo non dico che ho fatto la fame ma eravamo poveri. Da allora di strada ne ho fatta.

Al Bano & Romina Perform in Concert At Castell de Peralada Festival

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail