Tina Cipollari truffata: è stata usata la sua immagine per adescare clienti in un locale di Torino

L'opinionista di Uomini e Donne ha raccontato l'episodio su Facebook.

Inconvenienti del mestiere: la vicenda che vi stiamo per raccontare, e che ha visto come protagonista suo malgrado Tina Cipollari, la scoppiettante opinionista di Uomini e Donne, programma di Maria De Filippi in onda su Canale 5, si potrebbe riassumere con questa banale frase che, però, corrisponde a verità.

Come denunciato dalla stessa opinionista sulla propria pagina ufficiale Facebook, un locale di Torino avrebbe (il condizionale è sempre d'obbligo) utilizzato la sua immagine per adescare clienti. Durante la serata, però, i gestori del locale avrebbero comunicato ai clienti, la notizia falsa di un malore improvviso di Tina Cipollari che ha impedito la sua partecipazione alla serata. I gestori avrebbero messo in piedi questo teatrino per non pagare Tina Cipollari, a cui sarebbe stata offerta all'inizio una partecipazione alla serata "per beneficenza" e quindi gratis. Dopo il rifiuto dell'opinionista, il locale si sarebbe inventato la notizia del malore.

Questo è il messaggio pubblicato da Tina su Facebook con il quale il personaggio televisivo ha chiesto scusa ai suoi fans di Torino:

Amori miei sono a Torino, non sto male anzi, sono viva e vegeta... Vi avrei voluto baciare e salutare tutti ma qualcuno non ha avuto un comportamento corretto! Mi spiace troppo! Vorrei ricordare a tutti che "gli ospiti speciali" non vanno in un locale con tanto di contratto per beneficenza... La beneficienza si fa per altre cause che spesso sono di primaria importanza. Mi scuso per lo sfogo, Torino resta una città di grande fascino, peccato solo ci vivano alcune pessime persone ... Pessime e poco serie, anzi, per niente ...

tina cipollari truffa

Nello spazio per i commenti, però, si è verificata una vera e propria bagarre, come potete notare nella gallery. Tina ha svelato ulteriori dettagli di questo episodio nel seguente commento:

È successo semplicemente che sono stata truffata, mi spiace solo per il gran pubblico che è intervenuto e nonostante tutto ha contribuito pagando alla grande truffa... Hanno truffato me e usando la mia immagine hanno adescato voi... Per di più hanno detto che io non stavo bene... Io sto benissimo! Nessun capriccio e nessun malore.

Questo, invece, è un altro bel messaggio esplicito:

Io sto benissimo, certo, un po' assonnata, ma il problema è che il locale non ha voluto pagarmi. Diffidate.

Nei commenti, però, sono intervenuti anche i gestori del locale che hanno accusato Tina Cipollari di aver preteso il pagamento dell'albergo "in nero":

TU VOLEVI FARTI PAGARE IN NERO IN ALBERGO ........ Mi spiace da noi non funziona cosi.

Con la risposta di Tina, si può capire perfettamente che la vicenda avrà un epilogo in tribunale:

Domani vai a raccontare questa trottala alla guardia di finanza, perché io lo farò. Io ho un contratto scritto, credimi, fai più bella figura a stare zitto. La cosa che più mi interessa è che nessun tipo di artista venga ad esibirsi in quel locale. Anzi, spero che le persone rendendosi conto di quello che avete fatto, non si presenteranno più nelle serata che organizzate. Perché si chiama truffa e diffamazione. E ti ringrazio di questi tuoi commenti, sono prova di quello che dico. Cancellali pure, sono già stati salvati. A presto.


Tina Cipollari truffata

  • shares
  • Mail