Domenica in, Dario Argento: "Ho sofferto di una strana depressione, volevo uccidermi buttandomi di sotto. Paure? dormire con una donna"

Il regista si racconta con Paola Perego.

In questa domenica televisivamente noiosa arriva a Domenica In, per un'intervista di Paola Perego, il regista horror Dario Argento.

L'intervista della conduttrice prende spunto dal suo libro, l'autobiografia dal titolo "Paura" e permette al noto regista di raccontarsi a fondo, anche esperienze particolarmente difficili. Come l'episodio della finestra della camera di un albergo che segna un momento delicato della sua vita:

Quando fai un'autobiografia devi essere sincero. Vivevo in albergo, un'atmosfera consona per scrive, mi piace. Era il solito albergo su via Veneto, di notte sentivo i leoni allo zoo. E succede che vengo colto da una strana forma di depressione. Non stavo rinchiuso, facevo proiezioni, vedevo amici, incontravo altri attori, andavo a cena. Ma tornato in camera mi veniva di aprire questa grande porta finestra e di buttarmi di sotto. Un mio amico medico e psicologo mi disse di barricare questa finestra perché l'istinto a uccidermi è fulmineo, un ostacolo mi avrebbe distolto.

domenica in ancora volare argento 3

La prigione, che pure annovera tra le sue esperienze, non gli fa paura:

Non fa paura, se ci stai poco. Ci sono stato 3 giorni perché a casa mi trovarono un pezzettino di hashish sul comodino.

Fa paura ben altro al regista dell'orrore, tipo dormire con una donna:

Mi fa paura dormire con una persona che non conosco ancora. Quando uno dorme è come morto, una donna può benissimo andare in cucina e prendere un coltello. Ancora oggi temo questa cosa, prima di dormire con una donna devo conoscerla bene.

Infine rivela un particolare piuttosto stravagante: quando chiude una storia d'amore tira un sospiro di sollievo:

Più che sospiro di sollievo, sono proprio euforico. Si aprono nuove porte, nuove avventure. Solo al primo amore, quando ero ingenuo, ho sofferto.

domenica in ancora volare argento 2

  • shares
  • Mail