Renato Brunetta contro Fedez per una battuta: "Fai schifez". Il rapper: "Autoironia, portami via"

Lo scontro è avvenuto su Twitter.

La querelle tra Fedez e Maurizio Gasparri, che purtroppo coinvolse anche una ragazzina di 13 anni che fu ignobilmente discriminata a causa del suo peso, proprio dal vicepresidente del Senato, ha avuto un interessante seguito su Twitter, durante la giornata di oggi.

Stavolta, Gasparri ha lasciato il posto a Renato Brunetta, anch'egli di Forza Italia. L'altro protagonista di questo tweet-fight resta ovviamente lui, il rapper milanese Fedez, in classifica con l'album Pop-Hoolista e giudice dell'edizione in corso di X Factor.

Tutto è partito proprio dalla puntata del talent show di Sky andata in onda ieri sera. Fedez, nel commentare un'esibizione, ha esternato il seguente paragone:

Se per voi questo è osare, io domani mi lancio col paracadute dalla testa di Brunetta.

Si è trattato, ovviamente, di un modo colorito per sottolineare la performance poco coraggiosa di Ilaria che ha cantato Get Lucky dei Daft Punk. Provocazione, sicuramente, ma nessuna traccia di razzismo.

Il capogruppo di Forza Italia alla Camera, però, ha deciso di rispondere per le rime a Fedez. Considerando il momento di alta visibilità che il rapper milanese sta vivendo, lo scontro su Twitter non poteva passare inosservato.

fedez brunetta

Questo è il tweet di Brunetta:

Fedez fai schifez. Non riuscirai mai a gettarti con il paracadute dalla mia testa. Impossibile arrivarci per uno con il tuo cervello.

Fedez, dopo un primo commento ironico ("La prendono sempre bene dai"), ha accusato Renato Brunetta di avere scarsa autoironia:

Ahahah autoironia portami via.

Brunetta, però, ha avuto da ridire anche in questo caso:

ahahah...caro @Fedez, autoironia vuol dire farla su se stessi, cervellone.

Fedez ha controreplicato così:

Autoironia: capacità di ridere di se stessi, cervellone.

Come avete notato, c'è stato soltanto un dibattito poco interessante sul significato di "autoironia", una dote che in molti non possiedono.

Certa stampa, però, ha fatto un incauto paragone tra questa vicenda e il famoso servizio fotografico di Chi sul ministro Marianna Madia che mangia il gelato. Certa stampa, in pratica, ha accusato i denigratori di Alfonso Signorini di essere rimasti in silenzio dopo questa battuta "razzista" di Fedez.

Dov'era certa stampa, però, quando il vicepresidente del Senato Gasparri offendeva una ragazzina di 13 anni su Twitter?

Anche questa è una bella domanda...

Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail