Sophia Loren confessa - Carlo Ponti voleva che mi rifacessi il naso ma io lo minacciai: 'vuoi che torni a Pozzuoli?'

Sophia Loren ha il naso troppo lungo e la bocca troppo grande? Questo le dissero negli anni '50

80 anni da poco compiuti, mito del cinema italiano e internazionale, diva idolatrata negli States, 2 Premi Oscar vinti e una bellezza che negli anni '50 e '60 la tramutarono in star mondiale, Sophia Loren si è lasciata andare a curiosi rivelazioni durante un'intervista radiofonica con l'Hollywood Reporter. Perché proprio negli anni in cui le forme di donna Sophia facevano il giro del mondo, ci fu chi le suggerì di passare dal chirurgo. Per rifarsi il naso.


"Ho sempre cercato di non ascoltare quello che mi dicevano queste persone. Dicevano che il mio naso era troppo lungo e la mia bocca troppo grande. Non mi toccarono perché quando credo in qualcosa per me diventa come una guerra. Anche Carlo Ponti (il marito, ndr.) mi disse: 'sai il cameraman, dice che il naso è troppo lungo. Forse è necessario ritoccarlo un po'. E io gli risposi: 'senti, io non voglio toccare nulla del mio volto, perchè mi piace la mia faccia. Se devo cambiare il mio naso torno a Pozzuoli".

Sophia Loren's 80th Birthday Celebration At The Museo Soumaya In Mexico City, Mexico

E fu così che l'argomento cessò di esistere, anche perché se avesse ceduto alle insistenze il volto della Loren sarebbe potuto cambiare per sempre:


"A quei tempi usava fare i nasi alla francese con una piccola punta alla fine. Potete immaginarmi con un naso del genere?".

Rimasto intatto il viso, Sophia ha così potuto esaudire un sogno. Lo sbarco ad Hollywood, Mecca del Cinema.


"Riuscite ad immaginare me, da Pozzuoli, Napoli, tra fame e guerra, volare ad Hollywood e vedere Rita Hayworth e Gary Cooper, Cary Grant, Barbara Stanwyck e Bette Davis? Voglio dire. Che cosa è questo, un sogno? Ho sempre paura di svegliarmi".

Immancabile poi il commento rilasciato ad Entertainment Weekly sulla celebre foto del 1957 che la vede osservare con orrore il seno esplosivo di Jayne Mansfield, seduta al suo fianco. Un'immagine tornata di moda in questi ultimi giorni, con l'attesa 'spiegazione' di quella meravigliosa espressione finalmente diventata realtà.


"La Paramount aveva organizzato una festa per me". "C'era tutto il mondo del cinema, era incredibile. E poi ecco Jayne Mansfield, l'ultima ad arrivare. E per me è stato il momento in cui le cose sono diventate incredibili. È arrivata dritta al mio tavolo. Sapeva che tutti stavano guardando. Si è seduta ed era appena... guardate la foto. Dove vanno i miei occhi? Sto fissando i suoi capezzoli perché ho paura che esplodano dal vestito e mi finiscano nel piatto. Nella mia espressione potete leggere la paura. Sono così spaventata che tutto quello che è costretto nel suo vestito esploda e finisca sparso su tutto il tavolo."

Fonte: AceShowBiz

  • shares
  • Mail