Channing Tatum confessa: in gioventù ha esagerato

Gli anni da spogliarellista: pensavo solo a bere


È considerato l'erede di Brad Pitt, ma Channing Tatum non sembra essere tipo da montarsi la testa. A 34 anni, l'attore americano è sposato - dal 2009 con Jenna Dewan - e padre di una bellissima bambina. Il successo, ottenuto grazie a film come 21 Jump Street e Magic Mike - donnine, il sequel è in arrivo! - , non lo ha colto impreparato.

Intervistato dall'Hollywood Reporter, Tatum ha confessato di aver "già dato" in fatto di vizi e stravizi, in particolar modo ai tempi in cui si guadagnava la pagnotta come spogliarellista, ad appena 18 anni.

Quando andava bene facevo 150 dollari a serata. Le serate no invece tornavo a casa con 70 o anche 50 dollari. Non posso dire che mi stavo perdendo nell'uso di droghe perché non era nulla di abituale. Ho sperimentato molte cose, mai nulla di pesante, come crack o eroina. E non sono mai andato in overdose. Mai.

Channig Tatum

E la cocaina?

Forse un paio di volte, ma è venuta più tardi. Più che altro mi piaceva bere. Non vedevo il bere come un problema. In quel momento non lo era e non penso che lo sia tuttora. Ma in quel particolare periodo della mia vita dicevo: "Andiamo fuori e facciamo baldoria".

Tatum è poi voluto tornare su una vecchia dichiarazione rilasciata a GQ pochi mesi fa, in cui era arrivato a definirsi un alcolizzato.

Non era da prendere in senso letterale. Intendevo dire che faccio tutto in maniera estrema.

Senza dubbio il momento più toccante della chiacchierata con l'Hollywood Reporter è stato quando l'attore ha raccontato la reazione del padre nello scoprire che il figlio aveva lavorato come spogliarellista.

Stavamo camminando uno a fianco all'altro e mi disse: "Perché lo hai fatto? Non avevi bisogno di soldi. Abbiamo sempre provveduto a tutto". Io risposi che non aveva nulla a che fare con lui. Era la mia strada, era la strada che dovevo prendere.

Col senno di poi, posiamo dire che il giovane Channing aveva ragione da venere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail