Selvaggia Lucarelli: "Se il Genoa fa questo punto mi tolgo la maglietta..."

selvaggia lucarelli twitter maglietta genoa"... che non si è levato Sculli!". Selvaggia Lucarelli l'ha detto in diretta nazionale oggi a "Quelli che il calcio", l'aveva già annunciato su Twitter, e naturalmente noi saremo qui a linkarle la schermata nel caso il Genoa vinca. Ricordiamo il concetto: per restare in serie A indipendentemente dal risultato del Lecce, il Genoa DEVE fare un punto nella partita finale del campionato.

E nel caso non aveste colto il riferimento a Sculli, di questo si tratta: nella brutta giornata di campionato in cui i tifosi del Genoa pretesero le magliette dei giocatori, Sculli si rifiutò di togliere la sua e attraverso il dialogo con gli ultrà recuperò le altre e fece riprendere il gioco. Ora, in caso di "punto-salvezza", Selvaggia è pronta a "sacrificarsi" per premiare i giocatori.

Inutile dire che Victoria Cabello non ha perso occasione di ricordare i "precedenti" di Anna Falchi (Lazio) e Sabrina Ferilli (Roma) - qui la fotogallery - dimenticando peraltro l'analoga offerta fatta da Caterina Balivo l'anno scorso, in caso vincesse il Napoli. Per cui, direi, la situazione è questa: io spero che Selvaggia si spogli perché a quel punto il Genoa sarà salvo (sono donna ma soprattutto Genoana da sempre), i maschietti dovranno sperare che il Genoa si salvi per vedere Selvaggia come non s'è mai vista finora.

Se invece di lei amate più che altro la penna, dopo il salto trovate una delle sue ultime perle. Merita.


    UPDATE: Selvaggia ci ritwitta specificando: "Io me la levo la maglietta, ma sotto porto la canotta Ragno". Tommy89, hai avuto la tua risposta!

Da questo articolo su Libero.it, ripreso anche dai colleghi di Tvblog.

"Infine, il bimbominkia. Che poi è la categoria più pericolosa, paragonabile alla biscia acquattata sotto la pietra. Ignori la sua esistenza finché non sollevi il masso.

Ovvero. Vive nel suo mondo virtuale popolato da telefonini da ricaricare, lucchetti a Ponte Milvio e professori-tutti-minchioni, ma se solo ti permetti di muovere una timida critica a un personaggio a caso tra Marco Carta, Alessandra Amoroso o Anna Tatangelo, ti scatena contro una furia omicida che alle Termopoli in confronto si giocò a Burraco.

Sono fermamente convinta del fatto che leggendogli a voce alta il tweet incazzoso di un bimbominkia di Emma Marrone, si potrebbe convincere il capo della resistenza talebana ad andare a decorare confetti a Sulmona."

Foto via Twitter

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: