michael jackson storia whitney houstonCi mancava solo questa: Michael Jackson e Whitney Houston avrebbero avuto una grande storia d’amore da cui Michael non si sarebbe più ripreso. A sostenerlo è il bodyguard Matt Fiddes, incaricato della sicurezza di Michael per 11 anni ed evidentemente intenzionato a non perdere nemmeno un’occasione per rivelare tutto quel che sa. Per esempio, ha intenzione di recarsi a Los Angeles e chiedere il test del DNA per provare che Blanket – il minore dei figli di Jackson – sarebbe in realtà suo figlio, biologicamente.

Ma torniamo a Whitney. Matt Fiddes ha rivelato al Sun qualcosa che finora nessuno aveva raccontato, ovvero di una relazione segreta tra Michael e Whitney, durata solo due settimane ma che avrebbe lasciato un segno indelebile nel cuore del cantante. Eccovi le sue dichiarazioni, con una premessa che è tutto un programma. Giudicate voi.

“Questa storia metterà fine a tutte le chiacchiere su Michael e sull’immagine di molestatore di bambini che gli hanno affibbiato. Lui era un uomo retto. Una delle tante cose che non sono mai state rivelate su Michael è la storia segretissima che ha avuto con Whitney Houston, da cui non si è più ripreso. Era furioso quando ha scoperto che lei era stata anche con Jermaine (il fratello di Michael Jackson), ma questo non gli ha impedito di pensare a lei per una vita intera.

E ancora…

Quando si sono conosciuti (nel 1991) è scattato qualcosa tra loro, come se fossero anime gemelle, anche perché entrambi comprendevano il peso schiacciante della fama dell’altro.

Whitney praticamente si trasferì nel ranch di Michael (Neverland, ndr) e lì hanno avuto una storia come qualsiasi altra giovane coppia. Ma Michael successivamente disse di aver sempre sperato che quella relazione andasse oltre, e io so che lui sognava di sposarla.”

Invece finì dopo due settimane, e un anno dopo la Houston sposò Bobby Brown. Ma Fiddes non ha ancora finito: dieci anni dopo infatti i due si incontrarono un’altra volta, in lacrime, durante un concerto a New York per la celebrazione dei 30 anni di musica di Jackson.

“Erano entrambi casinisti, ad essere onesti. Si sono abbracciati per l’ultima volta e Michael ha pregato Whitney di piantarla con le droghe che le stavano distruggento la vita. Si sono sussurrati “ti voglio bene” mentre si abbracciavano. L’emozione era scritta sui loro volti.

Ora la domanda è: ci crediamo o non ci crediamo?

Via DailyTelegraph, Foto TMNews

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto