#IceBucketChallenge, Luciana Littizzetto dona solo 100 euro? (VIDEO)

La doccia ghiacciata di Lucianina provoca polemiche

Se la doccia gelata di Fabio Fazio aveva già generato qualche perplessità, per il dubbio che ci fosse di base la volontà di promuovere il ritorno in onda di Che tempo che fa, con il 'nuovo' segmento Che fuori tempo che fa il sabato, non è da meno l'#IceBucketChallenge di Luciana Littizzetto, in risposta proprio a quella del conduttore (che aveva nominato anche Fabio Volo, non a caso).

L'attrice, nella prossima stagione impegnata anche su Sky nella giuria di Italia's got talent, ha registrato il video, condiviso poi dalla pagina social del programma di Rai3. Prima di farsi gettare la secchiata d'acqua ghiacciata, ha mostrato "i miei 100 euro perché non dimentichiamoci che questo serve per la ricerca per la Sla". Due banconote da 50 euro (peraltro poi poggiate a terra - si sono bagnate?) che hanno creato, prevedibilmente, polemiche (basta dare un'occhiata ai commenti sulla pagina Facebook ufficiale di Che tempo che fa).

L'indignazione corre veloce sul web, e così in molti hanno storto il naso davanti ai 100 euro sventolati da Lucianina, il cui cachet per ogni sua presenza televisiva ha (a torto o a ragione) qualche zero in più.

Al netto della demagogia ('è solo un modo per mettersi in mostra') e di ogni giudizio sull'iniziativa benefica-virale (perché alla fine qualunque cosa si faccia essa è sempre criticabile), la sensazione è che quelle banconote fossero soltanto un simbolo, un modo di ricordare il perché di quella doccia bagnata. Premesso questo, e chiarito che attaccare la Littizzetto in tale direzione ci appare pretestuoso (è libera di donare quanto vuole), c'è da chiedersi se la comica, prima di sventolare quelle banconote, si sia chiesta se fosse opportuno farlo.

Insomma, quanto era prevedibile che quei 100 euro potessero provocare la cosiddetta indignazione del web? Serviva un profondo conoscitore dei social media per prevederlo o bastava del semplice buonsenso aggiunto magari ad un minimo senso di realtà? E allora perché farlo e non limitarsi a ricordare di provvedere alla donazione? Valeva la pena rischiare di alzare un polverone in occasione di una iniziativa così nobile?

luciana littizzetto

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: