Justin Bieber ancora nei guai: uomini del suo staff hanno corrotto un funzionario della frontiera canadese

Justin Bieber ha corrotto una funzionaria della frontiera canadese?

Anche quando non è direttamente coinvolto in uno 'scandalo', Justin Bieber riesce sempre e comunque a far parlare di se'. Alcuni membri della crew del cantante canadese sono stati infatti accusati di aver corrotto un funzionario della frontiera canadese. Il motivo? Far passare illegalmente due amici americani di Bieber. Secondo quanto riportato dal sito TMZ, una donna è stata licenziata in tronco dopo la clamorosa scoperta, con 10.000 dollari pagati in contanti dall'entourage di Justin per chiudere un occhio.

In Canada non è consentito a chiunque abbia precedenti penali di poter entrare nel Paese. Nel luglio scorso, con Bieber impegnato in una serie di concerti a Toronto, alcuni suoi amici hanno voluto 'seguirlo'. Ma per le leggi canadesi non sarebbero mai potuti entrare. Quindi come fare? Facile. Sborsare il contante. Il problema è sorto dinanzi all'insistenza degli stessi soggetti nelle settimane e nei mesi successivi. Perché i giovani hanno provato a replicare il tutto, seminando sospetti al confine tra Canada e States. Da qui l'inchiesta e il licenziamento della responsabile corrotta. La CBSA, Canada Border Services Agency, si è subito attivata, con Bieber di fatto ancora una volta nei 'guai'.

Justin Bieber

E non è finita qui. Un paparazzo hawaiano, Aja Oxman, ha infatti citato in giudizio Justin e una delle sue guardie del corpo, Dwayne Patterson, con l'accusa di aggressione. L'uomo sarebbe stato malmenato dal cantante e dalla bodyguard lo scorso novembre, presso un'area pubblica a Shipwreck Beach, nel cuore delle Hawaii. Distrutto il cellulare con cui stava scattando alcune foto, il fotografo è ora passato all'attacco. Per la gioia degli avvocati di Bieber, tra i più impegnati al mondo dopo la coppia Ghedini-Longo.

Fonte: AceShowBiz

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail