Jackie Chan, arrestato il figlio Jaycee in Cina

Il figlio della star di Hong Kong è stato arrestato dalle autorità cinesi

Jaycee Chan, figlio dell'attore Jackie Chan e dell'attrice Joan Lin, è stato arrestato lunedì pomeriggio dalla polizia di Pechino, in Cina. Nel sangue del cantante 31enne, fermato insieme alla star di Taiwan Ko Chen-tung, 23 anni, sono state trovate tracce di sostanze stupefacenti. In seguito ad una perquisizione, le autorità hanno rivenuto in casa di Chang circa 100 grammi di marijuana.

Il figlio del protagonista di Rush Hour è solo l'ultima vittima celebre della politica di tolleranza zero inaugurata dal governo cinese nei confronti del consumo di droga. Stando alle stime delle forze dell'ordine, negli ultimi 3 mesi sarebbero state fermate 7,800 persone con l'accusa di possesso di droga nella sola Pechino.

jackie-chan-figlio

Le legge locale punisce il possesso di oltre 50 grammi di droga con pene che vanno dai 3 anni fino alla condanna a morte. Ironicamente, nel 2009 Jackie Chan era stato nominato ambasciatore contro la droga; il taiwanese Ko, a sua volta, ha preso parte in passato ad una campagna simile: "Non mi drogo", dichiarava il divo. Ma, evidentemente, non la contava giusta. I due attori arrestati, entrambi molto famosi in Cina, non hanno perso tempo e si sono immediatamente profusi in scuse pubbliche.

Estirpato quasi completamente sul finire degli anni '40 dal nascente regime comunista, negli ultimi due decenni il consumo di droga in Cina è cresciuto in maniera esponenziale: le cause di questo fenomeno sono da ricercare nella nuova ricchezza della classe media urbana e nell'allentamento dei controlli sociali da parte della polizia. Da qui è nata la recente decisione del governo centrale di inasprire pene e controlli per consumatori e spacciatori.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail