Robin Williams: l'eredità ai figli e alla moglie (dopo la bancarotta)

Robin Williams: come verrà spartita l'eredità tra i famigliari?


Robin Williams si è tolto la vita. A portarlo a questo terribile gesto è stata una forte depressione di cui era vittima da lungo tempo. Nell'ultimo periodo era anche tornato in rehab per debellare definitivamente la propria dipendenza dall'alcol e, forse, anche dalla droga. In questi minuti l'aggiornatissimo sito TMZ è in grado di rivelare come verrà suddivisa la cospicua eredità dell'attore tra i suoi tre figli e l'attuale moglie Susan Schneider. I tre ragazzi potranno godere di una cifra ingente. Ma a tempo debito.

Schermata 2014-08-12 alle 13.24.33

Nel 2009 Williams aveva disposto un fido per stabilire come distribuire i propri averi alla prole. L'attore, come accennavamo, ha tre figli: il ventiduenne Cody, la venticinquenne Zelda e il trentunenne Zachary. Papà Robin aveva deciso di dar loro ereditariamente tutta la liquidità necessaria, ma a piccole dosi:

Al compimento dei ventun anni ognuno dei figli avrebbe avuto un terzo della cifra totale, ai venticinque la metà e ai trenta l'intera somma. Ma questa distribuzione è già in atto perché, stando a quanto disposto dal fido, sarebbe scattata a prescindere dalla morte di Williams per poter aiutare economicamente la prole.

Fido a parte, l'attore disponeva di un'ingente quantità di denaro che, a scanso di recriminazioni da parte delle due ex consorti, finirà dritta dritta nelle tasche della moglie attuale, Susan Schneider. Il patrimonio dell'attore di Patch Adams, però, potrebbe aver subito una brusca colata a picco nel corso del tempo: nel 2012 era stimato intorno ad una cifra di 130 milioni di dollari, ma già l'anno successivo confessava di essere sull'orlo della bancarotta per via delle spese dovute ai suoi due precedenti divorzi. Proprio a quei tempi prese la decisione di vendere una sua residenza da 35 milioni di dollari per risanare i conti.

  • shares
  • Mail