Emis Killa come non l’avevamo mai visto. Il rapper di Vimercate, papà del tormentone estivo Marcanà, ci ha dato un taglio: ha preso un rasoio e ha detto addio al suo ciuffo ingellato. Subito dopo, ha postato su Instagram un selfie della sua crapa rasata. Non l’avesse mai fatto: le fan, per nulla soddisfatte dal nuovo look, sono impazzite sommergendolo di commenti che non si leggono nemmeno sotto le foto dell’account di Anna Tatangelo. Ovviamente Emis non ha potuto fare a meno di rispondere…per le rime.

Il rapper ha deciso di mettere i puntini sulle i tramite un lungo stato-sfogo affidato al proprio profilo Facebook ufficiale. In sostanza potremmo riassumerlo così: ragazzine? Vade retro!

“Nooooo cosa hai fatto”
Oggi, preso da uno dei miei schizzi del momento mi sono rasato a 0, un po perchè mi son rotto le palle di impazzire per pettinarmi ogni giorno tra mille impegni, un po perchè fa caldo, un po perchè mi sono rotto il cazzo di essere considerato da molti dei miei fan più per il mio aspetto che per la musica.
Ho pubblicato una foto su instagram e sono stato assalito da 1000 commenti di ragazzine col cuore infranto che probabilmente da domani non mi seguiranno più. Questo la dice lunga sull’interesse che i giovani hanno verso la musica.
Bene, direi che di artisti di passaggio col ciuffo ingellato ce ne sono anche troppi, ho scelto di fare musica per trasmettere emozioni a chi mi ascolta, non me ne frega niente di essere il belloccio di turno, voglio essere apprezzato per quello che sono, un artista, non un modello. Ascoltate quello che dico e fanculo alla mia faccia.

W IL RAP.

Per sottolineare ancor meglio il concetto, sotto allo stato Emis piazza un’eloquente foto di lui rasato e col dito medio alzato. Alcune fan hanno apprezzato la sua sincerità constatando perfino quanto il rapper, alla fine, sia bellissimo lo stesso. Forse questa non era esattamente la conclusione che avrebbero dovuto trarre, ma tale è il prezzo del successo, no?

Schermata 2014-08-07 alle 17.06.08
Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto