È passato un anno e mezzo da quel gennaio del 2013 che ha stravolto la vita di Bruno Arena e della sua famiglia, dopo il grave ictus che lo ha colpito, quasi uccidendolo. Ma lui, con la sua forza e l’affetto dei suoi cari e degli amici di sempre sta risalendo la china e conquistando ogni giorno nuovi spazi di vita, sta ricominciando ad assaporare la normalità della vita di tutti i giorni, le vacanze nel solito posto da 20 anni, a Riccione, le partite della sua Inter, gli incontri con chi gli vuole bene.

Questa settimana Di Più dedica un lungo servizio ad Arena e a sua moglie, che da quel gennaio 2013 non lo ha abbandonato un attimo. È lei la sua vera forza, la sua medicina migliore. Al suo fianco da 25 anni, Rosy ha sempre creduto che Bruno potesse farcela. E per lui ha organizzato una festa speciale, quella per le nozze d’argento, che ricorrevano proprio l’anno del malore:

Stavo per organizzare una festa, grande come quella sua di prima dell’incidente (per il compleanno di lei, ndr), qui a Riccione, nel locale di Ambra Orfei. Ma poi è successo quello che è successo e ho dovuto rimandare. Rimandare, però, non cancellare. E infatti, adesso che sta meglio, abbiamo lo stesso festeggiato le nostre nozze d’argento ma è stata una festa molto più contenuta. Tuttavia significativa ed emozionante.

La cerimonia religiosa si è svolta quando lui era ancora ricoverato, ma al suo ritorno a casa Bruno ha trovato ad attenderlo una bella sorpresa della sua Rosy:

I voti li avevamo rinnovati nella chiesetta della Clinica Villa Beretta, con i degenti, mentre lui era ancora in ospedale. La festa la abbiamo fatta invece quando Bruno è stato dimesso ed è tornato a casa. Per l’occasione ho indossato, senza che lo potesse immaginare, il mio abito da sposa. È stato davvero come rivivere quel giorno lontano. Con la stessa felicità.

Un momento che resterà nei loro ricordi, insieme a tanti altri, piccoli ma importanti:

Tutte le sere, prima di dormire, si realizza uno dei piccoli miracoli quotidiani. Mi guarda, mi sorride e mi dice: “Buonanotte amore”.

Un amore, il loro, che ha permesso a entrambi di superare questo momento così difficile:

Ce lo siamo sempre detti in questi anni, prima della malattia: se dovesse finire tutto perché questo è un lavoro in cui oggi sei alle stelle e domani nella polvere, noi andremo sempre avanti con il nostro amore meraviglioso. Insieme, sempre. Questa è l’unica certezza che ho: il mio amore per Bruno. Il suo amore per me. Questa è la forza che ogni giorno ci aiuta ad affrontare la vita.

Sono o no una coppia stupenda?

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Gossip Italiano Leggi tutto