Brutta disavventura per Vittorio Sgarbi. Il celeberrimo critico d’arte prestato spesso e volentieri al piccolo schermo, nel pomeriggio di ieri era a bordo di un’auto improvvisamente andata in fiamme per un cortocircuito dell’impianto elettrico. La vettura contava altri tre passeggeri e i quattro erano partiti da Grottaglie, nel tarantino, per raggiungere Villa Castelli (Brindisi) per poi arrivare a Ceglie Messapica dove il critico era atteso per tenere una conferenza.

Sono stati attimi di panico. Mentre la macchina era ancora in corsa, una scintilla è scoppiata rapidamente all’interno dell’abitacolo ma per fortuna il critico, le sue due collaboratrici e l’autista hanno avuto la prontezza di precipitarsi fuori dal veicolo prima che il fuoco lo divorasse.

Nessuna conseguenza per tutte le persone a bordo, quindi. Solo un brutto spavento momentaneo. A causa dell’imprevisto, Sgarbi è arrivato in ritardo alla conferenza dove era atteso per presentare il suo nuovo libro su Caravaggio. Qualche occhiataccia da parte del pubblico e poi il racconto della traversia automobilistica a placare gli animi.

Tutto è bene quel che finisce bene, insomma. Il periodo d’oro di Vittorio Sgarbi, recentemente diventato pure stilista lanciando sul mercato le magliette brandizzate “Capra”, continua. Nonostante tutto.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto