Successo e dolore. Sono questi i due lati della medaglia degli ultimi 12 mesi di Ariana Grande. Solo negli Stati Uniti, il suo album d’esordio, Yours Truly, ha venduto mezzo milione di copie. Non male per un’interprete venuta fuori in piena crisi discografica. Alcuni l’hanno già incoronata erede di Mariah Carey, ma lontano dalle luci della ribalta questa 21enne di origini italiane è alle prese con un grave dissidio familiare

Intervistata dal mensile per adolescenti Seventeen, la Grande ha confessato di non essere più in contatto con il padre Edward Buter.

È una vicenda privata, è accaduto l’anno scorso. Mi ci è voluto molto tempo per sentirmi a mio agio in questa situazione. Ho tanto di mio padre – metà dei miei tratti provengono da lui – e, per molto tempo, la cosa non mi è andata giù. Ho dovuto accettare il fatto che non ci sia nulla di male a voler bene a qualcuno senza però andarci d’accordo.


Completamente diverso, invece, il rapporto con il nonno, la cui scomparsa è stata annunciata al fratello Frankie durante le riprese del Grande Fratello (è un concorrente dell’edizione americana).

Mi disse: “Sei una stella, dentro di me so che renderai molto orgogliosa questa famiglia. Sei una benedizione”. E io: “Oh mio Dio”. E mi misi a piangere.

Ma oltre le vagonate di dollari e l’adorazione dei fan, il successo è anche opprimente

È difficile trascorrere gli anni più importanti della tua vita davanti a così tanti sconosciuti che vogliono analizzarti. Superare la mia insicurezza è stata la cosa più difficile. Penso che tutti i miei coetanei abbiano problemi simili perché cerchiamo l’approvazione degli altri e vogliamo sentirci amati.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto