È un Rocco Siffredi senza freni quello intervenuto ieri a La Zanzara. Giuseppe Cruciani e David Parenzo hanno fatto del loro meglio per tirar fuori il lato trash del p0rnoattore. Lato trash che il nostro non teme certe di mostrare, insieme ad una serie di altre cose, naturalmente. Non è la prima volta che Rocco illustra il proprio pensiero politico a tinte hot. Ma ieri non ha davvero risparmiato nessuno da Renzi alla Santanché con menzione speciale a Maria Elena Boschi definita gran maiala.

Ma partiamo dalle note trionfali: Siffredi si dice soddisfatto dalla recente assoluzione di Silvio Berlusconi sul famigerato caso Ruby e rilancia ribadendo che l’ex Cavaliere avrebbe tutte le carte in regola per darsi al cinema a luci rosse:

Sono contento per l’assoluzione, spero che finalmente il Presidente mi dia retta. Una volta provato che è persona onesta spero che accetti la mia proposta di girare un film hard con me. È sempre il numero uno!

Ovviamente Rocco ne ha anche per l’attuale Presidente del Consiglio, Matteo Renzi che, però, vede in maniera completamente opposta sotto le lenzuola:

Gli piace la “patata”, ma sicuramente non è un gran maiale, è uno che va sul tradizionale.

E che dire, invece, di Maria Elena Boschi? Qualcosa di altrettanto “elegante”, naturalmente:

La Boschi secondo me è una vera maiala, un animale. Con lei sarebbe divertente.

Fanalini di coda Beppe Grillo e la premiata coppia Sallusti-Santanché: se il leader del Movimento Cinque Stelle, a detta di Rocco, si diverte molto con la gnocca, il Direttore de Il Giornale e la pasionaria della politica italiana sono molti animali, hanno gli ormoni al 100 %, mi piacciono. Stavamo quasi per dimenticarci di Marco Travaglio a cui Siffredi rifila la stoccata più al vetriolo:

Lo vedrei in un p0rno ma in un genere un po’ alternativo. Mi sembra più passivo che attivo.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto