Poveri vicini. Se a Calabasas ancora festeggiano la sua partenza, i nuovi vicini di Justin Bieber staranno cercando colui che gli ha venduto casa per farlo a pezzi. Il 20enne cantante, infatti, non si smentisce mai. Secondo quanto riportato dal sito TMZ, la polizia è piombata nella nuova dimora del giovane canadese per sei volte nel giro di un fine settimana.

Questo perché ben 4 sono state le denunce arrivate dai vicini per rumori molesti provenienti dal tetto della casa di Bieber. La polizia ha quindi inviato delle pattuglie alle ore 20:30, alle 00:50, all’01:50 e alle 03:00 di notte di domenica. Justin, per una volta ‘saggio’ nelle scelte, non si è beccato nessuna denuncia perché ha accettato di abbassare la musica, che impazzava follemente. Nello stesso giorno, tra le altre cose, erano arrivate altre due segnalazioni nei confronti della cattiva condotta del cantante.

Bieber, lo ricordiamo, che ha patteggiato solo poche settimane fa con l’ex vicino di casa, che l’aveva trascinato in tribunale dopo essersi visto piovere una pioggia di uova sulla facciata del villone. Un patteggiamento costato all’ex della Gomez 80.000 dollari di risarcimento, un corso di gestione della rabbia di 12 settimane e 5 giorni di lavori socialmente utili. Ma a quanto pare a nulla è servito.

Perché nel giro di un mese i nuovi vicini del cantante avrebbero chiamato la polizia per svariati motivi, compreso l’eccessivo uso di marijuana, che andrebbe ad invadere i corridoi del palazzo. Se dovesse continuare con questo inaccettabile atteggiamento, Justin potrebbe finire nuovamente dentro per violazione della libertà vigilata. Ma al viziato e irrefrenabile Bieber, evidentemente, frega poco o nulla.

Fonte: AceShowBiz

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Gossip Straniero Leggi tutto