Il settimanale Di Più Tv ha intervistato, per la prima volta, mamma Patrizia che, nel giro di due anni, ha assistito alla crescita artistica del figlio Moreno Donadoni che, ormai, ha spiccato il volo allontanandosi dalla sua Genova:

E’ vero che lo sento al telefono tutti i giorni. Lo chiamo io la sera perché durante la giornata è sempre molto impegnato. L’orario giusto per sentirlo è attorno alle dieci, quando mi risponde lo trovo sempre che mangia. Parliamo di dove è stato, di ciò che ha fatto e quando mi dice ‘Mamma, sono stanco’ gli auguro la buonanotte e lo saluto. Questa, oggi, è la vita di mio figlio Moreno, lontano dalla casa in cui è cresciuto.

Come tutti i genitori, Patrizia patisce il fatto di aver il proprio figlio, molto spesso, fuori dal controllo:

Di notte il fatto di sapere che non è in camera sua a dormire mi toglie il sonno. Quando abitava con me e con suo padre e usciva la sera, finché non rientrava a casa, io non mi addormentavo. Per stare serena mi bastava sentirlo in camera sua, magari con il computer acceso, con la sua musica di sottofondo.

La madre è contenta per la carriera avviata dopo la vittoria ad Amici:

Prima di Amici, quando mi diceva che andava a ‘fare le rime’, avevo paura. Ma che cosa va a fare? Va a cantare? Dove? E mi preoccupavo, soprattutto quando la mattina dopo lo vedevo stanco. Era un mondo, quello della musica, che non conoscevo. Mi sembrava un gioco, invece è diventato un lavoro. Quando a casa si chiudeva in camera a cantare le frasi in rima pensavo: ‘Ma con tanti giochi che ci sono devono fare proprio questo che non mi sembra particolarmente divertente?’

Sugli scontri, durante l’ultimo serale, tra Moreno e Miguel Bosé non ha dubbi:

Mi sembrava di assistere allo scontro biblico tra il pastorello Davide e il gigante Golia. Mio figlio è minuto. Bosè è alto, grande, un colosso. Vedere mio figlio mentre teneva testa a un uomo così famoso e importante mi ha riempito di orgoglio

La signora Patrizia è soddisfatta del doppio trionfo dei Bianchi con Deborah Iurato e Vincenzo Durevole (rispettivamente nel circuito canto e ballo):

Mio figlio pensava che avrebbero vinto i Dear Jack. Invece ha vinto la grinta di una ragazza dall’aspetto normale in cui tante si sono immedesimate. E con lei ha vinto anche mio figlio, un ragazzo famoso che è riuscito a tenere i piedi per terra.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto