Ornella Muti in una lunga intervista rilasciata a Il Fatto quotidiano ha parlato non soltanto di cinema e del suo rapporto con i grandi registi e attori italiani (di Ugo Tognazzi ha detto che era “un fratello” e un “galantuomo di rara sensibilità”). Ma anche delle sue storie d’amore, con personaggi famosi e non, e della figlia Naike Rivelli.

La Muti, splendida 59enne, ha ammesso di essere rimasta amareggiata dalla decisione di Adriano Celentano di rendere pubblica la loro relazione extraconiugale:

A margine di un processo, di botto e senza alcun preavviso, Adriano ha confessato ai giornalisti di avere avuto una storia d’amore con me. Era vero, ma sono rimasta colpita. Se aveva proprio intenzione di rivelarlo e necessità di liberarsi del segreto, sarei stata felice di saperlo in anticipo. Però gli uomini sono fatti così. Se ne fregano.

Quindi ha affrontano il capitolo Naike Rivelli, la figlia 40enne (è mamma anche di Andrea e Carolina) che sui social network pubblica selfie e foto decisamente piccanti.

Per lei esprimersi è un modo di trovare se stessa. La amo. È una artista. Fa cose meravigliose. È eccessiva? Vive in un mondo eccessivo. Si mostra? Vive in un mondo in cui tutti si mostrano. È ipocrita? No. Gli altri sì. Ha 40 anni, non 15. Quando vorrà prenderà un’altra strada. L’altro giorno mi ha fotografato mentre ero piegata. Avevo una chiappa in mostra. Me la devo prendere? Quella foto era vera. Qualcuno mi stava guardando. Rappresentava un frammento di realtà

con riferimento a questo scatto rubato.

La Muti ha insistito nella accorata difesa della figlia, anche se con argomentazioni che paiono un po’ debolucce:

Fa vedere il culo? E allora? Lo fa vedere mezzo mondo. Poi si critica mia figlia? Please… almeno lei si prende tutti i calci in faccia senza elemosinare soldi a nessuno. Il paese, lo sappiamo, è bigotto.

Infine, i due matrimoni, con l’attore Alessio Orano e con Federico Facchinetti, entrambi naufragati:

Con Alessio Orano ero assolutamente innamorata e dissi sì senza dubitare. Con Federico Facchinetti anche, ma mi sposai per far felici i miei suoceri. Il sì per l’eternità mi mette sempre un po’ paura. Impegnarsi per la vita mi sembra un rischio: magari tu diventi stupido e cattivo e a me di dividere il tetto non va più. Poi nell’amore vero credo, ma non sono gelosa né possessiva. Se un uomo va a scopare altrove non mi importa. Gli uomini cambiano gusti, le donne anche. Per stare insieme deve esistere un patto più forte. Del tradimento non voglio sapere, non me ne frega niente. I don’t know, I don’t care.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto