Lele Mora rapinato: furto da 10mila euro a Milano

L'ingente cifra rubata, spiega Mora, era destinata a don Mazzi per beneficenza.

Spesso nella vita non fa in tempo ad arrivare una buona notizia che subito la fortuna sembra voltare le spalle. E nel pomeriggio di ieri, 18 luglio 2014, l'ha scoperto pure Lele Mora che, dopo aver tirato un sospiro di sollievo per l'assoluzione di Silvio Berlusconi al processo sul famigerato caso Ruby, è stato, suo malgrado, protagonista di un vero e proprio scippo. Scippo che l'ha visto alleggerito di ben 10mila euro.

Schermata 2014-07-20 alle 00.04.09

Il fattaccio, come riporta Repubblica, è avvenuto alla Stazione Centrale di Milano. L'ex agente dei vip, cinquantanovenne, si stava dirigendo verso i binari con un trolley su cui aveva forse un po' troppo incautamente adagiato un borsello. Il suo cammino, però, è stato interrotto da un malvivente che gli si è avvicinato col preciso intento di sottrargli il già citato borsello. Borsello che conteneva la bellezza di 10mila euro, appunto.

Erano soldi per beneficenza, li stavo portando a Don Mazzi. Questa la spiegazione che Mora ha dato a Repubblica per giustificare l'ingente cifra che stava trasportando. Il nostro, subito dopo il furto, ha prontamente sporto denuncia agli agenti del commissariato Garibaldi-Venezia. Nel frattempo su Lele Mora pesa tuttora una condanna a sette anni nell'ambito del processo denominato "Ruby bis", sentenza che condivide con l'ex igienista dentale poi consigliera regionale lombarda Nicole Minetti.

  • shares
  • Mail