Non solo paura, bensì persino incontro. Sandra Bullock, attrice Premio Oscar nel 2010, ha infatti ‘visto’ lo stalker che da tempo la perseguita, tanto dall’essersi introdotto all’interno della sua abitazione lo scorso mese. Joshia James Corbett il nome dell’uomo, che è riuscito ad entrare nella villa della diva prima di essere stato arrestato. 19 i capi d’accusa che pendono sulla sua testa, avendo gli agenti trovato anche armi pesanti all’interno del suo appartamento. Ebbene solo oggi è trapelata la notizia di un vero e proprio ‘faccia a faccia’ tra Sandra e James, fortunatamente proseguito senza conseguenze. Ma la paura, in casa Bullock, sarà stata enorme.

La notte dello scorso 8 giugno, infatti, l’attrice è stata svegliata da un tonfo proveniente dall’esterno della casa. Preoccupata per la propria sicurezza Sandra si sarebbe alzata dal letto per andare a chiudere la porta della camera da letto. A chiave. Qui, scioccata, ha visto James Corbett, in piedi e in corridoio, vestito di nero. Chiusa immediatamente la porta, la Bullock si è precipitata al telefono per avvertire la polizia, che è poi rapidamente arrivata sul posto

“Sandy, scusami. Per favore non andarci pesante con le accuse”.

Questo avrebbe urlato l’uomo alla Bullock una volta arrivati gli agenti. Joshia James Corbett, evidentemente squilibrato, è convinto di essere il padre biologico di Louis, figlio adottato dalla diva nel 2010, nonché il marito per ‘legge di Dio’ della povera Sandra. ‘Tu appartieni a me ed io a te’, c’era scritto in uno dei fogli trovati addosso al pazzo, che dovrebbe ora rimanere in carcere per i prossimi 10 anni.

Fonte: TMZ

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto