UPDATE 14 LUGLIO ALLE 16:14 Smentita ufficiale di Francesca Pascale della rottura con Berlusconi:

Capita di litigare solo per il gusto di fare pace, ma non esistono veri momenti di lite tra di noi in questo momento difficilissimo, in questa stagione così delicata della vita personale e della storia del movimento. Sarebbe sciocco sciupare il tempo tra noi. E poi mi sono annullata per stargli accanto.

Da quando Francesca Pascale, attivista de Il Popolo della Libertà, vecchio partito di centrodestra che oramai ha lasciato spazio nuovamente a Forza Italia, è entrata nella vita di Silvio Berlusconi, la situazione generale per l’ex premier è decisamente cambiata.

La vita di Berlusconi, infatti, ha subito un notevole cambiamento soprattutto per quanto riguarda la passione sfrenata del Cavaliere per il gentil sesso: niente più “cene eleganti”, che gli hanno causato un bel po’ di guai giudiziari, niente più Olgettine da mantenere e una vita più decorosa e soprattutto più adatta per un ultrasettantenne.

La situazione tra Berlusconi e la Pascale, però, starebbe precipitando e non per i motivi appena elencati. Il leader di Forza Italia, infatti, non gradirebbe le continue intromissioni della sua compagna nelle attività del partito. Se per quanto riguarda la sua vita privata, Berlusconi avrebbe dato il proprio benestare al cambiamento, l’ex presidente del Consiglio non sembrerebbe affatto disposto a fare altrettanto con la sua vita politica.

Come riporta Il Fatto Quotidiano, il punto di rottura si sarebbe consumato durante una riunione tra Silvio Berlusconi e i suoi fedelissimi Gianni Letta, Fedele Confalonieri, Niccolò Ghedini e Denis Verdini che Francesca Pascale avrebbe interrotto brutalmente per poi essere praticamente cacciata dallo studio dall’avvocato Ghedini, con il beneplacito di Berlusconi.

Un altro episodio che avrebbe incrinato i rapporti tra Berlusconi e la Pascale risale al periodo riguardante l’addio di Angelino Alfano dal PdL. La Pascale si presentò a Palazzo Grazioli con Nunzia De Girolamo e Barbara Saltamartini (attualmente deputate NCD, il nuovo partito di Alfano fondato dopo la scissione con il PdL). In quel caso fu Denis Verdini a rimproverare duramente la Pascale per aver portato a casa di Berlusconi due “traditrici” ma la compagna del Cav rivendicò il diritto di essere libera di portare chiunque “a casa propria”.

Anche la recente decisione della Pascale di iscriversi all’Arcigay e diventare una sorta di paladina degli omosessuali non è ben vista dal partito di centrodestra.

Infine, Francesca Pascale sta ancora cercando di convincere Berlusconi a lasciare la politica e a fare una vita più tranquilla.

Ovviamente, si tratta solo di indiscrezioni e non di verità certe.

Per calmare le acque, però, Francesca Pascale e l’avvocato Ghedini hanno già provveduto a smentire in toto queste voci.

Foto | © Getty Images

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto