parliamo diJustin Bieber

Justin Bieber non ha più pendenze legali in corso. Un miracolo. Parole del suo avvocato Shawn Holley arrivate al termine del patteggiamento avallato dal giovane cantante riguardante il ‘caso’ di vandalismo che vide Bieber lanciare uova a ripetizione sull’abitazione di un vicino. Ricordate? Il fattaccio avvenne lo scorso anno, quando Justin era al centro di interminabili follie da adolescente ricco, maleducato e viziato.

Ebbene i legali del giovane non hanno presentato ricorso, facendo automaticamente chiudere il caso. L’ex fidanzatino di Selena Gomez dovrà ora seguire un corso di gestione della rabbia di 12 settimane, oltre a dover svolgere per 5 giorni lavori socialmente utili. Immancabile la custodia cautelare che durerà per i prossimi due anni, oltre all’inevitabile risarcimento nei confronti dell’ex vicino di casa, pari a 80.900 dollari, e alla distanza obbligatoria di 100 metri almeno che Justin dovrà tenere nei confronti della vittima e di tutta la sua famiglia. Bruscolini per un 20enne che ha in banca circa 100 milioni di dollari. Un villone, quello tanto chiacchierato di Calabasas, che Bieber ha poi venduto a Khloé Kardashian, per la gioia degli esausti vicini.

‘Justin è felice di aver risolto finalmente la contestazione e di potersi lasciare questo brutto episodio alle spalle. Ora potrà dedicarsi anima e corpo alla sua carriera e alla musica’.

Queste le parole del suo portavoce ufficiale, per una carriera in realtà in fase nettamente calante. Alan Yochelson, Pubblico ministero che si è occupato del caso, ha definito il comportamento di Justin ‘stupido ed immaturo‘, tanto dall’aver causato un’ ‘enormità di danni ad una proprietà da sogno‘. Finito in carcere pochi mesi fa per aver partecipato ad una corsa clandestina, Bieber ha così archiviato tutte le pendenze giudiziarie a suo carico. Fino alla prossima bravata?

Fonte: AceShowBiz

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto