parliamo diJessica Alba

Qualcuno dica ai grafici di GQ che non ha senso ritoccare una bellezza celestiale come quella di Jessica Alba. Perché infierire con photoshop dando vita alle gambe più finte della storia recente se sei di fronte ad una delle più belle attrici di Hollywood? Misteri dell’editoria contemporanea, che continua a maltrattare divi e dive massacrando loro lineamenti e curve.

Nel dubbio, la meravigliosa Jessica prepara il ritorno al cinema con l’attesissimo Sin City: Una donna per cui uccidere, dal 1° ottobre nelle sale italiane. Un ruolo ormai nelle corde della 33enne Alba, da 6 anni moglie di Cash Warren e madre di due splendide bimbe. Honor Marie Warren, nata nel 2008, e Haven Garner Warren, nata nel 2011.

Maternità ormai dimenticata per una sensualità ritrovata a tempo di record, come confessato dalla stessa Nancy Callahan cinematografica al magazine:

“Mi sento più sicura, più a mio agio, più sensuale. Da ragazza ero timida, spaventata e insicura. Ora sono donna e senza inibizioni. Il personaggio di Nancy mi rispecchia di più. Si balla ma è tutto collegato alla storia. Nancy è un po’ alcolizzata, folle, abbastanza depressa e arrabbiata. La danza riflette il suo stato d’animo”.

9 anni fa, come dimenticarlo, fu proprio Robert Rodriguez a ‘lanciare’ la Alba con il primo Sin City. Il ritorno sul set era quindi scontato, per non dire necessario alla causa, con Joseph Gordon-Levitt, Rosario Dawson, Bruce Willis, Mickey Rourke, Eva Green e Josh Brolin al suo fianco. La nostra speranza, ovviamente, è che anche Miller e Rodriguez non abbiano esagerato con il ritocco digitale sul corpo dell’attrice, di fatto perfetto di suo e quindi a prova di ‘photoshop’. Checché ne dica GQ.

jessica-alba-sizzles-in-swimsuit-for-british-gq

Fonte: AceShowBiz

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Gossip Straniero Leggi tutto