Quando si dice essere perfetto per parte. Marco D’Amore, ovvero il giovane camorrista Ciro l’Immortale in Gomorra – La serie, è il sex symbol del momento. Peccato che, in un’intervista a Vanity Fair, riveli un passato turbolento che fa a gara con quello del suo personaggio.

Tutto è cominciato in seconda elementare:

“Da piccolo ero ingestibile. Avevo preso a calci una maestra, un’altra mi aveva definito ‘caratteriale’, che all’epoca stavo per mezzo matto. Mia madre per farmi stare buono minacciava da sempre di mandarmi in un collegio di suore. Quell’anno lo fece davvero. Tranquillo non lo ero e non lo sono. Diciamo che un po’ alla volta ho imparato le regole della convivenza civile”.

D’Amore è cresciuto negli anni Novanta a Caserta, con “una delinquenza spicciola che faceva paura. Di cose brutte ne ho viste parecchie: botte, raid punitivi nei bar, rapine. A un mio amico rubarono tutto, compresi i vestiti, e lo buttarono in un cassonetto dell’immondizia. Ricordo una lite per una ragazza: in due la prendevano a giornalate in faccia. Quello che mi colpì è che lei non chiedeva aiuto. Anzi, diceva alla gente intorno di farsi gli affari loro”.

Poi, arrivato al liceo, Marco stesso si prese uno schiaffo da un noto delinquente della zona:

“Una bomba in faccia perché avevo cercato di chiedere aiuto per una persona in difficoltà, invece di farmi i cazzi miei”.

Per quanto riguarda la sua vita sentimentale, l’attore sta da quattro anni con Daniela Maiorana, una ragazza normale (anche pronipote del fisico Ettore Majorana), laureata in Giurisprudenza, che si occupa di risorse umane:

“Quando ci siamo messi insieme io stavo per partire, una tournée che durava parecchi mesi. Le dissi: ‘Ti chiamerò tutti i giorni’. Lei non ci credeva. Da allora non ci siamo mai lasciati. E’ la prima volta nella mia vita che faccio progetti: il futuro, i figli. E’ una fortuna che lei abbia un impiego, ma questo vuol anche dire che molto spesso non può seguirmi quando sono in giro per lavoro”.

I due erano compagni di liceo, anche se ai tempi della scuola si erano scambiati “se va bene tre parole”. Però a lui era sempre piaciuta. E ora non sopporta di essere molestato al ristorante dalle fan mentre è con lei:

“Alcune sono matte proprio. Mi dà fastidio quando mi chiedono al ristorante di fare la voce cattiva, senza alcun rispetto per la mia fidanzata che sta al tavolo con me. Per loro è come se non ci fosse”.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Gossip Italiano Leggi tutto
I video di Pinkblog Guarda di più