Monica Bellucci denuncia azienda turca - nessuno sfrutti il mio nome

Monica Bellucci vs. Arafat Yazici, imprenditore turco che le ha 'rubato' nome e cognome

Rivalutata al recente Festival di Cannes grazie alla pioggia di critiche positive piovute sul film Le Meraviglie, che l'ha vista interpretare i panni di una bellissima 'fata televisiva', la sempre tanto chiacchierata Monica Bellucci è tornata a ringhiare e graffiare dopo aver letto l'incredibile trovata di un'azienda turca.

Arafat Yazici, titolare di un'azienda tessile del quartiere Laleli di Istanbul, ha infatti registrato il 'marchio' Monica Bellucci nel 2003, negando così all'attrice la possibilità di fare altrettanto. Molto conosciuta ed apprezzata in Turchia, la Bellucci si era affidata ad una ditta intermediaria per tramutare il suo celebre nome in brand. Qui, a sorpresa, è scattata la doccia fredda. Perché altri avevano ben pensato di anticiparla sul tempo, ma senza averne l'autorizzazione!

FRANCE-ENTERTAINMENT-CANNES-FILM-FESTIVAL

Contattato dai legali dell'attrice italiana, tale Yazici si è rifiutato di 'restituire' il nome alla legittima proprietaria, con Monica di fatto costretta ad intraprendere l'inevitabile passo successivo: quello della denuncia, come confessato dall'avvocato della diva al quotidiano turco Hurriyet:


"La mia cliente e' una star di fama internazionale e per questo chiediamo che la registrazione del brand 'Monica Bellucci' a nome di Yazici venga annullata".

Arafat Yazici, dal canto suo, non molla la presa sul proprio marchio, a suo dire 11 anni fa registrato solo e soltanto perché 'suonava bene'. "Non ha aveva alcuna cattiva intenzione e non sapeva neppure chi fosse Monica Bellucci. E' dal 2003 che investe soldi per mantenere la registrazione di questo brand", ha rivelato il suo legale, lasciando un po' tutti di stucco. Perché come puoi non sapere chi sia Monica Bellucci e guarda caso chiamare la tua ditta proprio con quel nome?

Fonte: AdnKronos

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail