Laura Chiatti: "Marco Bocci è la mia parte mancante. Promosso a pieni voti dai miei genitori"

Marco Bocci è l'uomo per la vita di Laura Chiatti?

Al settimanale Vanity Fair, Laura Chiatti ha confessato di essere pronta al grande passo (il matrimonio previsto per il prossimo 4 luglio) perché ha individuato in Marco Bocci il potenziale compagno per la vita:

L'uomo giusto è quello con cui passare tutta la vita, lo riconosci subito. Chi pensa che non esista è perché non l’ha ancora incontrato. Anch’io, prima di conoscere Marco (Bocci, ndr), avevo mille dubbi: saremo compatibili? Basta la passione a tenerci uniti? Invece, quando trovi “lui” senti tutte le voci del mondo che ti dicono “eccolo, è la tua parte mancante” e ti accorgi che lo reputi migliore di te.

Le origini comuni

hanno forse cementificato il rapporto di coppia:

Ma è umbro! Ho sempre detto che considero gli attori autoreferenziali e troppo presi dalla propria professione; da questo punto di vista, mi sento un pesce fuor d’acqua: sono piuttosto insicura, recitare è un lavoro che faccio per mantenermi, la vita è un’altra cosa. Ho trovato una persona che, pur essendo un bravissimo attore, la pensa come me. Avere in comune le radici, lo stile di vita aiuta, ci si riconosce profondamente. Io poi ho mantenuto un legame forte con le mie origini, torno sempre dalla mia famiglia, sono una madre più che una zia per i miei nipoti.

laura_chiatti

Tra i desideri nell'immediato quello di avere dei figli sacrificando anche la professione:

Sì, nel senso che non metterei mai la famiglia in secondo piano; non riuscirei mai a star lontano fisicamente dai miei figli o a delegare a qualcuno. Quando succederà mi fermerò, almeno per due anni. Non mi peserà, non vedo l’ora di farlo.

I genitori

hanno benedetto i due sposi:

Sono sempre stati ipercritici sui miei amori, Marco invece è stato promosso a pieni voti. Mi hanno educato alla indipendenza, soprattutto economica, ma di natura sono tradizionalista, favorevole alla divisione dei ruoli: non farei mai fare il letto al mio uomo, spetta a me.

Però, a cambiare i pannolini ci deve pensare anche il futuro papà:

Ho un modello davanti, mia sorella e suo marito, che sono bravissimi a dividersi le incombenze. Gli uomini di oggi sono molto padri, e anche per noi varrà lo stesso principio.

In questi anni, la Chiatti non è mai stata single per troppo tempo:

Tra la mia storia precedente e Marco, solo un mese. Succede perché mi piace condividere la vita con qualcuno e non perdere tempo in avventure, voglio sempre trovare un senso in una storia, anche se poi mi accorgo che non è quella giusta.

L'attrice, oggi, è molto più sicura:

Ho molte più consapevolezze; sono diventata più sicura perché ho lavorato su me stessa, con l’analisi e ora con la bio energetica, che mi ha fatto scoprire piccole tecniche di allenamento per vivere con meno ansia. Sintonizza il corpo con la mente e aiuta a stare ancorati a terra, in tutti i sensi.

Magari andando a vivere in campagna lontano dagli sfarzi e agi dello showbiz?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail