Gigi Buffon e Alena Seredova divorziano. Ilaria D'Amico: "Se volessi più privacy dovrei cambiare lavoro"

Mercoledì 14 maggio la prima udienza del divorzio consensuale

Gigi Buffon e Alena Seredova si sono incontrati in tribunale per la prima udienza del loro divorzio consensuale. A scriverlo è il settimanale Novella 2000. L'udienza, privata, si è tenuta mercoledì 14 maggio, proprio nelle ore calde del gossip a causa delle foto di Chi che hanno immortalato il portiere della Juventus e della Nazionale mentre entra nello stesso portone in cui accede Ilaria D'Amico, di notte.

Buffon e Seredova avrebbero già raggiunto l'accordo. Sempre mercoledì la coppia si è palesata, insieme ai figli, in tribuna allo Juventus Stadium per assistere alla finale di Europa League tra Siviglia e Benfica. E un po' tutti hanno notato il gelo tra i due.

Intanto la D'Amico ha rilasciato un'intervista al settimanale de Il Corriere della Sera, Sette. La giornalista di Sky anche in questo caso non ha risposto nel merito sul presunto flirt con il capitano azzurro, limitandosi a dire:


Non rispondo. Non posso impedire che mi si facciano domande. Se volessi più privacy dovrei cambiare mestiere. Non giudico chi indaga: che mi piaccia o no, fanno il mio stesso lavoro.

Nel corso dell'intervista la D'Amico ha rievocato gli altri gossip che l'hanno interessata in passato. Quando per esempio "scrissero del presunto rapporto saffico tra me, Monica Bellucci e altre amiche. Andavo in giro sbraitando che non era vero niente, ma non denunciai nessuno perché faccio la giornalista e mi sarebbe sembrato inopportuno. Dopo le mie prime invettive pubbliche, Monica mi disse: 'Fatti una risata e smetteranno'. Aveva ragione".
Senza dimenticare l'intercettazione diventata pubblica ai tempi di Calciopoli, nel 2006, dalla quale emerse il tentativo di corteggiamento (vano) del figlio di Luciano Moggi, Alessandro:

Il primo pensiero fu spiegare al mio fidanzato che si trattava di cose accadute anni prima. Fu una vicenda surreale.

2012 International Book Fair of Torino

  • shares
  • Mail