Domani mi avvio per un viaggio che sarà molto importante per me, non potrò più tornare indietro. Grazie Barbara per il tuo sostegno.

Con queste parole Vittoria Schisano, nata Giuseppe, ha salutato la d’Urso all’inizio dello spazio a lei dedicato nella puntata odierna di Domenica Live. L’attrice, in collegamento da una clinica di Barcellona, è stata ospite nel salottino tivvù di Barbarella per parlare dell’operazione a cui si sottoporrà domani mattina. Un’operazione che la vedrà dire addio ad una parte di sé che la nostra non ha mai sentito sua fin dalla nascita. Da domani Giuseppe per lei sarà solo un ricordo. Un ricordo che lei già ricommemora così:

Mi fa sempre effetto vedere le foto di Giuseppe, io lo vivo come un fratello. Mi ha lasciato un bagaglio di esperienze, amici, valori notevole. Ma mi fa anche un po’ tristezza perché non aveva mai vissuto pienamente, era sempre a metà. Sorrideva sempre con gli occhi ma mai col cuore.

I parenti hanno costantemente appoggiato questa sua difficile decisione. In particolare, mamma Schisano è sempre stata in prima fila per sostenerla:

Mia mamma ha capito che doveva in qualche modo uccidere suo figlio per vedere sua figlia felice. Mi ha sempre insegnato ad essere una persona onesta ed è anche a lei che devo quello che oggi sono: una donna onesta, che non nasconde ciò che è davvero. Vengo da una famiglia semplice e genuina. Spero che mia madre diventi un simbolo per tanti altri genitori che magari non condividono le scelte dei loro figli: quello che sto per fare non è un vezzo né un tatuaggio! Non sarà una passeggiata e spero che nessuno sia mai costretto ad affrontare questo percorso senza il supporto della famiglia.

Infine, ecco le sue sensazioni alla vigilia dell’operazione (che riguarderà anche altre parti del suo corpo):

Domani cambia tutta la mia vita, sarà un intervento molto delicato della durata di sei ore. Non è un gioco né un capriccio. Sono terrorizzata, son due notti che non dormo ma per fortuna i miei amici non mi fanno mai sentire sola nemmeno qui a Barcellona. È un intervento di femminilizzazione completa. Ho deciso di farlo perché è un bisogno personale, non è una cosa narcistica e non la sto facendo per gli altri, sarebbe stupido. Vorrei vedermi per la prima volta come mi sono sempre sentita. Ci sarà anche un intervento di femminilizzazione del volto che all’inizio il chirurgo mi sconsigliava, poi ha capito che era proprio un bisogno della mia anima. So di essere una bella donna e conosco la percezione che di me hanno gli altri, ma non è la stessa percezione che ho io. Ci sono dei momenti in cui io nella mia faccia vedo ancora Giuseppe. Per questo mi farò limare un po’ il mento. Il bisturi non si ferma al volto, ti arriva all’anima regalandoti la vita che hai sempre voluto avere. Ho bisogno di essere coerente con come mi sento. Sarà, ne sono sicura, il dolore più bello della mia vita!

Già che c’è, Vittoria rivela a Barbarella di essere di nuovo single ma anche di voler cambiare la sua situazione sentimentale molto presto…

Da domani sarò Vittoria anche sulla carta d’identità, quindi volendo mi potrò pure sposare! Lancio un appello: trovate un uomo alla Schisano!

Beh, in bocca al lupo (un po’ per tutto)!

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Italiano Leggi tutto