Federica Pellegrini: "Vorrei essere moglie e madre, con un lavoro tranquillo. E lontano dai riflettori"

La nuotatrice parla anche del suo rapporto con Filippo Magnini che, tra alti e bassi, continua ancora.

La rivista Grazia, questa settimana in edicola, ha intervistato Federica Pellegrini e, tra le tante domande, non potevano mancare quelle dedicate alla sua tormentata storia d'amore con il collega Filippo Magnini. Con l'arrivo dell'annuo nuovo, e dopo alcuni mesi di separazione, era stata la stessa nuotatrice ad annunciare via Twitter di essere tornata insieme all'ex fidanzato. Lei spiega così il perché di un amore così "ballerino":

Sia io che Filippo siamo negli ultimi anni della nostra attività di nuotatori. E cominciamo a definire la nostra idea del futuro, cerchiamo di capire che cosa ci piace e che cosa no. Questo provoca un po' di turbolenza e molti dubbi. Del tipo: sto investendo amore e tempo per niente? Così magari lasciamo perdere, ma poi capiamo che abbiamo sbagliato e così ci riproviamo. Per persone come noi, che hanno sempre e solo nuotato, non sapere che cosa sarà dopo è molto destabilizzante, mi creda.

In tutte queste incertezze, lei di certezza ne ha una sola:

Voglio nuotare fino alle Olimpiadi di Rio 2016. Poi lascerò. Con Filippo abbiamo deciso di non fare progetti, almeno fino ad allora. Viviamo giorno per giorno. Poi vedremo.

E si immagina un futuro molto normale, come tante ragazze della sua età:

Molto normale. Vorrei essere moglie, madre, con un lavoro tranquillo. Sono una persona riservata, non credo che, dopo il nuoto, avrò ancora voglia di stare sotto i riflettori.


pellegrini_cover-grazia

Chissà se Filippo Magnini la pensa come lei o se cercherà la sua strada sotto i riflettori, magari nel mondo dello spettacolo:

Questo deve chiederlo a lui, io di sicuro non ho voglia di farlo.

Quanto alla loro storia d'amore, in molti le hanno rimproverato di averla resa troppo pubblica, ma Federica replica:

Non tutta la nostra storia è pubblica. Abbiamo solo comunicato con una riga all'Ansa che avevamo deciso di lasciarci, proprio per evitare interviste. Poi abbiamo staccato i telefoni e non abbiamo risposto più a nessuno. Eravamo stanchi di pettegolezzi e illazioni. Poi, quando ci siamo rimessi insieme, io ho twittato una nostra foto. È stata una leggerezza, lo so. Avevo voglia di condividere un momento di felicità, come fa un sacco di gente. Soprattutto alla mia età. La differenza è che, a me, l'hanno fatta pagare carissima. Lo sa che ho avuto i giornalisti sotto casa? Erano arrabbiati perché a loro avevo detto di non voler più parlare del mio privato. Dicevano: "Che fai, twitti? E poi ti neghi e fai la preziosa?" Senza nessun rispetto . È stato orribile.

Ora quello che conta è continuare per la loro strada, senza preoccuparsi troppo per quello che sarà.
federicapellegrini-filippomagnini


    “Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail