Mel Gibson di nuovo in rehab

Di nuovo in un centro di riabilitazione. Mel Gibson cerca aiuto

Nel 1996 vinse due premi Oscar grazie a Braveheart - Cuore impavido, per la Regia e il Miglior Film. L'apice di una carriera straordinaria che per almeno un decennio l'ha visto in vetta alle star più amate e pagate di Hollywood. Tutto quel che toccava Mel Gibson diventava oro. Prima come attore, poi come regista ed infine come produttore. Nel 2004, grazie al contestato The Passion, riuscì ad incassare qualcosa come 611,899,420 dollari solo al box office, dopo averne 'cacciati' appena 30 per girarlo e produrlo. Nel 2006, con Apocalypto, il suo ultimo film da regista, costato 40 milioni e in grado di incassarne 120,654,337. Da allora è stato un lento ma inesorabile declino. Giustificato.

Perché Gibson ne ha combinate di tutti i colori. Dopo 26 anni d'amore e 7 figli con Robyn Moore ha divorziato, dando vita alla separazione più costosa di sempre nella storia di Hollywood. Si parla di 400 milioni di dollari sborsati all'ex consorte. Ma il tracollo è dietro l'angolo e diventa realtà al fianco di Oksana Grigorieva, con cui Gibson ha una figlia nel 2009. Il divo le dice di tutto al telefono. Insulti sessisti e razzisti. Le telefonate, registrate dalla compagna, finiscono on line. E' la fine. Il divo patteggia 36 mesi di libertà vigilata, un programma di riabilitazione psichica e 600 dollari di multa. Le accuse di misoginia e di antisemitismo che per anni lo avevano accompagnato trovano conferma. La Mecca del Cinema chiude ogni porta a Gibson, che di fatto sparisce dai radar che contano. L'agenzia William Morris Endeavor Entertainment lo licenzia in tronco. Da allora solo piccole parti di contorno per lui, ormai lontano mille miglie dai successi del passato.

2014 G'Day USA Los Angeles Black Tie Gala - Red Carpet

Ed ora l'ennesimo crollo. Gibson, 58 anni all'anagrafe, è infatti di nuovo in rehab. L'attore è stato pizzicato in un centro di riabilitiazione di Los Angeles. Qui, nascosto dai paparazzi, Mel starebbe curando la sua ormai celebre dipendenza dall'alcool. Per lui si è trattato di un ritorno, visto e considerato che era già stato in rehab sotto ordinanza del giudice dopo le percosse all’ex compagna Grigorieva.

Barba incolta e capello grigio Gibson è apparso quasi irriconiscibile, nella speranza che tutto ciò possa rimetterlo in sesto una volta per tutte. Dopo una breve parte in Machete Kills, Mel tornerà a breve in sala nei panni del cattivo ne I mercenari 3 - The Expendables, unico progetto di un futuro che sembra sempre più privo di vie d'uscita per colui che neanche 20 anni fa dominava Hollywood.

Fonte: IlMattino

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail