Don Mazzi assolve Silvio Berlusconi: perseguitato dai magistrati

Via KlasuCindicio Don Mazzi ‘riabilita’ e assolve Silvio Berlusconi

L’improvvisa uscita di un prete 85enne che spara a zero contro i magistrati ‘comunisti’ e ‘salva’ il pluri-inquisito nonché condannato Silvio Berlusconi. Faranno discutere le parole che ha rilasciato Don Mazzi a KlasuCindicio, programma portato avanti da Klaus Davi su Youtube. Il celebre presbitero che da almeno due decenni bazzica i salotti della tv italiana è infatti sceso in campo per difendere l’ex Premier. Lo storico fondatore della comunità di recupero per tossicodipendenti Exodus ha così preso in mano l’argomento:

”Secondo me è stato perseguitato dai magistrati. È una magistratura che ha giocato sull’uomo, come anche in altri casi, diciamocelo”. “Questa magistratura per certi versi la amo, per altri la critico. È venuto il momento in cui tutti coloro che hanno giudicato Berlusconi si facciano un serio esame di coscienza su quello che ha fatto. Mi riferisco a tutti i magistrati.” “I giudici hanno commesso peccati imperdonabili. Sarei capace di perdonare chi ammazza qualcuno se chiede il perdono, ma un magistrato che ha in mano un potere così forte e che lo usa solo per suo interesse, commette un peccato grave. Non capisco perché si possano usare attenuanti nei riguardi di pedofili e assassini seriali, e poi ci si accanisca contro Berlusconi. O c’è una linea che al di là della giustizia capisce la storia di ogni uomo e cerca di interpretarla… Ma se la giustizia vale per se stessa, e davanti non ha più una storia o un uomo, ma soltanto una esecuzione fredda, mi spiace, ma io non ci sto”.

Parole di fuoco, che avremmo potuto sentire da una Santanché o da una Michaela Biancofiore, ma non da un Don Mazzi qualsiasi, che non contento rincara. Perché lui, a Silvio, lo perdonerebbe:

“Non l’ho mai giudicato, anzi, io lo assolverei in cinque minuti”.

E pensare che solo pochi mesi fa, quando Berlusconi venne condannato in via definitiva, Don Mazzi venne travolto dalla rabbia del Presidente del Milan dopo aver pronunciato queste parole:

“Io vorrei tanto averlo fra i miei ragazzi, non come atto di cattiveria, ma per lavorare alla sua redenzione. Vorrei essere io a buttarlo giù dal letto la mattina e a invitarlo a rimettere a posto lenzuola. Vorrei che facesse silenziosi e umili lavori manuali, a partire dalla pulizia del bagno. Come faceva quando aveva 15 anni e non aveva tutto il potere a cui si è abituato ora”.

Un mese dopo Silvio passò al contrattacco, durante un comizio, parlando di vera e propria umiliazione da parte del prete. “Vuole farmi pulire i cessi“, gridò all’epoca Berlsuconi, quest’oggi sicuramente rincuorato dall’inedita presa di posizione di Don Mazzi, che ha così concluso la sua intervista ‘choc’ di giornata:

“A Silvio farei fare gruppi di ascolto con i ragazzi. Credo che potrebbe dare e ricevere umanamente, e che potrebbe imparare, come anche insegnare ai ragazzi che hanno sofferenze immense. Farebbe bene ai ragazzi perché e un uomo di valore, e a loro farebbe sicuramente bene”.

Un uomo ‘di valore’ condannato in via definitiva per frode fiscale, falso in bilancio e appropriazione indebita e condannato a 7 anni per prostituzione minorile e concussione. Di quale ‘valore’ si stia parlando, Don Mazzi, dovrebbe proprio spiegarcelo.

I Video di Gossip Blog

Ultime notizie su Silvio Berlusconi

Tutto su Silvio Berlusconi →