Emanuele Filiberto è stato uno degli ospiti della puntata odierna di Domenica Live, il programma domenicale di Canale 5 condotto da Barbara D’Urso.

Il discendente di Casa Savoia, personaggio televisivo ormai da svariati anni, ha affrontato diversi argomenti delicati riguardanti la sua vita. in primis il tumore al setto nasale, contro il quale combatte dal 2011.

Emanuele Filiberto, però, ha anche dichiarato di aver vissuto un’infanzia diversa dai suoi coetanei e ci ha spiegato direttamente i motivi:

Me lo ricordo perché avevo 9 anni ed ero nella lista delle BR. Me lo ricordo, mia madre mi disse che la polizia mi avrebbe accompagnato a scuola perché era scappato di prigione una persona “un po’ cattiva”. Non ho avuto l’infanzia dei miei amici. Loro andavano al parco dopo la scuola mentre io dovevo tornare a casa scortato e con la macchina blindata.

Successivamente, Emanuele Filiberto ha svelato come ha conosciuto sua moglie, l’attrice francese Clotilde Courau, e il difficile corteggiamento per conquistarla:

Alberto di Monaco mi ha presentato questa bellissima attrice francese. Poi ho guardato i posti a tavola e Clotilde era vicino proprio ad Alberto… Furbo… Chiamo il suo aiutante e gli dico se è possibile cambiare i posti. Lui gentilmente l’ha fatto. Da quel momento, iniziammo a frequentarmi ma lei non mi si filava. Ero l’opposto di quello che lei voleva. Le ho mandato un mazzo di rose rosse enormi a Parigi con un biglietto “Mi manchi”. Dopo due giorni la chiamo e lei mi dice: “Non puoi scrivere Mi Manchi se non mi conosci e le rose rosse non mi piacciono”. Alla fine, però, lei ha ceduto.

Vittorio Emanuele di Savoia e Marina Doria, i genitori di Emanuele, però, non accolsero molto bene la notizia della gravidanza di Clotilde e dell’imminente matrimonio:

Poi lei è rimasta incinta quando non eravamo ancora sposati. Dirlo ai miei genitori è stata l’esperienza più difficile che mi ricordi. Aspetti il momento giusto che però non arriva mai. Appena gliel’ho detto, è cascato il cielo. Non erano arrabbiati, non se l’aspettavano. Per una mamma, poi, nessuna donna è adatta al figlio. Così organizzai un matrimonio con mia madre e mio padre contro. E neanche i genitori di lei erano felicissimi. Nessuno.

Dopo aver parlato delle figlie avute dall’attrice francese, Vittoria e Luisa, Emanuele Filiberto ha affrontato l’argomento del tumore, svelando che a salvargli la vita è stata proprio sua moglie Clotilde:

Avevo perso la voce. Mia moglie mi disse di andare dal dottore, ecco perché mi ha salvato la vita. Io non volevo andarci. Lì si sono resi conto del tumore al setto nasale. E’ un tumore piccolo se preso in tempo. Lì è iniziata la cura che è durata quasi due anni. Il tumore si è riformato due volte e ho affrontato tre interventi. La prevenzione è la cosa più importante.

Filiberto ha concluso l’intervista, dichiarando che sono i figli a dargli la forza per affrontare la malattia con ottimismo:

Un tumore è difficile da affrontare soprattutto per le persone vicino a te. Mia moglie e i miei genitori erano molto preoccupati. Io guardavo il sorriso delle mie figlie e mi dicevo: “Questo ti salverà”. E mi ha salvato.

Iscriviti alla nostra newsletter
I video di Pinkblog Guarda di più
Altro su Attualità Leggi tutto