Gianfranco Fini pesca dove non si può

Gianfranco Fini pesca dove non si può

Ennesima figuraccia subacquea di Gianfranco Fini. A 3 anni dall'immersione in un'aerea vietata nel'Isola di Giannutri che gli costò la reprimenda delle autorità locali ed una multa, il Presidente della Camera è stato paparazzato su una barca a largo di Punta Secca (stessa zona) mentre tiene fra le mani un mollusco di "30-40 centimetri". Peccato che in quella zona, secondo il comandante della Capitaneria di Porto dell'Argentario, Giorgia Capozzella, "la pesca con bombole è assolutamente vietata".

Il pescatore sportivo subacqueo non può raccogliere coralli, molluschi e crostacei. L'infrazione di tali regole comporta una multa compresa tra i mille e i 3 mila euro. Nel caso in cui si asporti qualcosa nell'area protetta di Giannutri, e a maggior ragione un esemplare di specie protetta, si può incorrere in una denuncia penale

Ma cos'ha fra le mani il Presidente Fini? Si tratterebbe di un esemplare di Pinna Nobilis; già dal nome si capisce che molluschi come questo andrebbero lasciati in pace. I tipi di Oggi, la rivista autrice dello scoop, ha chiesto il parere ad un esperto di fauna marina che ha così sentenziato:

Il mollusco parrebbe morto perché l'apertura tra le due valve è particolarmente accentuata.

Ops! Multa in arrivo per il leader di Futuro e Libertà? Staremo a vedere. Da bravi affamati di gossip però non potevamo lasciarci sfuggire la presenza sull'onorevole barca di due volti noti del mondo dello spettacolo. Sono Giorgio Pasotti e Nicoletta Romanoff, quest'ultima figlia di Giuseppe Consolo, "deputato Fli, e amico di vecchia data di Fini oltreché legale suo e di Elisabetta Tulliani".

Gianfranco Fini pesca dove non si può
Gianfranco Fini pesca dove non si può
Gianfranco Fini pesca dove non si può
Gianfranco Fini pesca dove non si può
Gianfranco Fini pesca dove non si può

Via | Dagospia

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: