Per il ciclo “Morte di fama” -la rubrica di Lucignolo 2.0 ha questo nome, non è colpa mia- ecco l’ultima intervista a Mary Costanza. Ve la ricordate? Era stata pupa nel 2006 nel programma “La pupa e il secchione”. Sono passati otto anni e sono sicuro che vi siete chiesti, negli ultimi tempi, che fine avesse fatto. Ebbene, ieri sera lo abbiamo scoperto grazie al programma condotto da Marco Berry ed Enrico Ruggeri.

In un servizio andato in onda, durante la puntata abbiamo scoperto che è nata il 18 novembre di un anno imprecisato (d.C., comunque). Mary aveva il sogno di lavorare nella moda e nella tv, poi è arrivato il grande esordio nel piccolo schermo grazie al reality di Enrico Papi, il grande salto. E ancora oggi ricorda quel boom mediatico:

“Sono quelle esperienze che ti rimangono per tutta la vita. Mi ha dato anche tanto perché mi ha fatto lavorare tantissimo, sono stata in tutte le trasmissioni televisive. Colorado è stata una bellissima esperienza, 3 mesi di intensissimo lavoro, sono stata chiamata ospite fissa nelle trasmissioni della D’Urso”

Ecco quindi un test sulle conoscenze di Mary. Presidente del Consiglio: Renzi. Ok, giusto. Ma il Presidente della Repubblica è ignoto. Stessa storia per la capitale dell’Egitto e della Svizzera. Ma il meglio è: “Se ti dico Nina, Pinta e Santa Maria, che cosa erano?”

“Le tre… le divinità”

Infine Nelson Mandela era (secondo lei) un Presidente degli Stati Uniti. Ma svela anche i suoi prossimi progetti: sta studiando tecnica dell’abbigliamento e moda e vuole diventare un’imprenditrice. E così, ecco un viaggio per le vie di Milano a dare suggerimenti di look ai passanti. E il momenti migliore è quando suggerisce ad un uomo di cambiare i suoi occhiali da vista. Peccato che il proprietario fosse un designer… di occhiali. Quelli.

Nina, Pinta e Santa Maria, pensateci voi…

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto