Il comportamento storicamente aggressivo di Chris Brown avrebbe finalmente trovato un suo ‘perché’. Il celebre rapper, riuscito nel 2009 a spedire in ospedale l’ex Rihanna dopo averla riempita di botte, soffrirebbe di un disturbo bipolare causato da stress post-traumatico.

Apparso in tribunale ieri pomeriggio al fianco della madre Joyce Hawkins, Chris sarebbe ‘malato’, o almeno questo ha spifferato E! News, riuscito a mettere le mani su un documento medico del cantante.

Mr. Brown è diventato aggressivo ed ha agito fisicamente a causa del suo disturbo mentale, della forte insonnia e delle inadeguate cure a cui si è sottoposto“, si legge nella nota presentata dagli avvocati di Chris al giudice. Il documento esibito in aula ha inoltre sostenuto che Brown avrebbe lavorato duramente per completare la sua opera al servizio della comunità, esaurendo le prime 250 ore di lavoro che gli erano state inflitte dal tribunale. Peccato ne manchino altre 750, ma Chris sarebbe convinto di riuscire ad archiviarle entro il mese di ottobre.

Mark Geragos, avvocato dell’ex fidanzato di Rihanna, si è detto estremamente soddisfatto al termine dell’udienza. La ‘via d’uscita’ del disturbo bipolare potrebbe certamente aiutare Brown nel gestire i tanti processi a suo carico, che di fatto potrebbero riportarlo in carcere da un giorno all’altro. Questo perché dopo le botte del 2009 a RiRi, Chris ha dato in escandescenza almeno un altro paio di volte, picchiando anche i colleghi Frank Ocean e Drake. Ed oggi, cartella clinica alla mano, avremmo scoperto anche il ‘perché’.

Fonte: AceShowBiz

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cantanti Leggi tutto