Avanzata francese e ritirata spagnola per Sal Da Vinci, dopo le polemiche più che comprensibili dovute alla sua foto di scena in coma. Il cantante è intervenuto oggi al telefono, durante La vita in diretta su RaiUno, per smentire tutto:

“Voglio chiarire una volta per tutte questa faccenda. Io non ho bisogno di farmi nessuna pubblicità. Ringraziando il Padre eterno faccio un bellissimo mestiere. Oggi non vengo lì da voi per un semplice motivo, perché sono in teatro. La foto postata è un errore, è capitato un incidente. Si stava formando il messaggio in Instagram. Sotto quella foto doveva esserci scritto ‘foto di scena del nuovo video di Sal Da Vinci'”.

Poi ha illustrato la modalità erronea con cui sarebbe stata diffusa la foto:

“E’ stato passato il cellulare, qualcuno l’ha schiacchiato col touch involontariamente. Dopo tre minuti esatti di orologio è arrivata immediatamente la smentita in pochissimi minuti, sono arrivate le mie scuse a tutte quelle persone. Se io avessi voluto fare questo famoso scoop, come sento parlare in cattiva fede, contro quelle persone che sono in una situazione disperata, avrei avvisato mio padre che è un infartuato, mio figlio che era a casa e stava per morire. Queste sono cose di cattivo gusto e a mio avviso le detesto, non le ho mai fatte”.

Peccato che quello di Sal Da Vinci sia sembrato un tentativo maldestro per cadere in piedi. A farlo notare per primo, ospite nel salotto di Paola Perego, l’editore Alberto Castelvecchi, che ha sottolineato tutti quegli elementi tipici di una trovata pubblicitaria:

“E’ molto diffile che scappi una scritta come ‘Sal Da Vinci in coma, tra poco il bollettino medico’. C’è un messaggio che è stato composto. Si dice in teoria dei media che una smentita è una notizia data due volte. La prossima volta scegliti meglio i collaboratori, con la testa sulle spalle”.

Ancora debole la difesa di Sal Da Vinci, che ha dimostrato anche di avere qualche problema con la grammatica italiana:

“Quella era la didascalia del video. Io non ho mancato di rispetto nessuna persona. So benissimo l’argomento di che cosa parliamo. Per la mia terra sono un propulsore di legalità. Non scelgo nessun tipo di forma pubblicitaria”.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Italiano Leggi tutto