Gettare la spugna? Neanche a parlarne. Robin Thicke non ha alcun intenzione di lasciare che il matrimonio contratto con Paula Patton finisca nella discarica. Intercettato ieri all’aeroporto di Washington, il cantante, sorridente come mai nessun uomo separato prima d’ora, ha dichiarato di essere disposto a qualsiasi cosa pur di riconquistare sua moglie.

Stando alle indiscrezioni circolanti in queste ore, sarebbe stata proprio lei ad avviare le pratiche della separazione. Qualora si giungesse al divorzio, sarebbe la fine di una storia d’amore cominciata oltre 20 anni fa, quando i due erano poco più che adolescenti.

Fra alti e bassi, la coppia era arrivata al 2013 in “buona forma”. La catastrofe sembra esser cominciata con l’uscita di Blurred lines, il singolo più gettonato della passata stagione che ha fatto record di click grazie ad un video a dir poco audace.

C’è poi da segnalare l’esibizione ai passati MTV VMAs, in cui Robin simulò di fare sesso sul palco con quella buontempona di Miley Cyrus. Nei giorni successivi al fattaccio, Paula aveva difeso la scelta del marito, ma c’è chi sospetta che in realtà l’esibizione si sia rivelata una sorpresa per la coniuge. Ultimo, ma non ultimo, è il mini-scandalo di cui è stato protagonista il cantante 36enne, beccato pochi mesi fa con le mani DENTRO le chiappe di una fan. Ce n’è abbastanza per chiedere lo scioglimento di un matrimonio? A voi la risposta.

Intanto, nel marasma del pettegolezzo, l’unica vittima accertata – seppur in senso lato – è il figlio della coppia, Julian, rimasto coinvolto ieri pomeriggio in un incidente stradale a Los Angeles mentre viaggiava insieme alla nonna e all’assistente della madre Paula. Non c’è stata alcuna conseguenza fisica per il terzetto, solo tanta paura.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto