Ieri sera Kim Kardashian non ha aspettato la fine del Ballo dell’Opera di Vienna per tornare al suo albergo. La regina dei reality show era stata invitata all’evento dall’imprenditore Richard Lugner, lo stesso che, in una passata edizione, aveva portato Ruby Rubacuori nel tempio della musica viennese.

L’improvviso abbandono della Kardashian sarebbe stato causato da una bizzarra trovata degli organizzatori. In omaggio al compagno dell’ospite d’onore, Kanye West, un uomo con il viso dipinto di nero si è presentato di fronte a Kim scimmiottando i gesti e gli atteggiamenti del rapper di Chicago. Ovviamente la showgirl non ha apprezzato la scenetta e stupisce anche noi come un’idea del genere abbia superato il vaglio della riunione in cui ci si è chiesto: “Cosa possiamo fare per intrattenere la signorina Kardashian?” (immaginatelo detto in tedesco).

E dire che l’ospitata della futura moglie di Kanye West è costata a Lugner la bella somma di 500mila dollari. Per un miliardario sono spiccioli, ma neanche lui si è trattenuto dal criticare il comportamento della prosperosa americana, colpevole di non aver rispettato l’accordo preso e di essersi comportata in maniera fastidiosa. Certo è che neanche lui può dirsi esente da colpe.

Stando alle fonti vicino alla famiglia Kardashian citate da TMZ, il facoltoso imprenditore avrebbe più volte tentato di convincere Kim ad allontanarsi dalla sua security. Perché il vecchio Richard avrà anche 82 anni, ma non è certo uomo da tirarsi indietro di fronte ad un’occasione. Non capita tutti i giorni di trovarsi di fronte ad un Lato B del genere.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Italiano Leggi tutto