Laetitia Casta parla per la prima volta della rottura con Stefano Accorsi dopo dieci anni insieme, e del suo nuovo amore italiano – Lorenzo Distante – con Vanity Fair, che le dedica la copertina del numero in edicola da mercoledì 26 febbraio. L’attrice e modella, che è stata nei giorni scorsi ospite a Sanremo, sta per tornare al cinema nel film Una donna per amica, il film di Giovanni Veronesi dove recita per la prima volta in italiano, al fianco di Fabio De Luigi.

Il film parla della difficoltà a gestire il cambiamento, e della ricostruzione dopo un amore finito. E lei, che dopo dieci anni ha rotto con Stefano Accorsi, ne dovrebbe sapere qualcosa:

Rompere con un uomo ti obbliga a ricostruirti, a crescere. Ti costringe a voltare pagine essenziali e a rimetterti in gioco. Siamo fatti di rotture e ricostruzioni: io, almeno, sono fatta così. Provo dolore all’inizio, ma devo sempre toccare il fondo per risalire.

Ma quando le si chiede quanto abbia sofferto per quest’ultima rottura, la prende alla larga:

A farti male non è mai il dolore dell’ultima storia ma quello che hai provato prima, nell’infanzia. L’ultimo abbandono è come una puntura di richiamo, ma il vaccino lo hai fatto da piccola. Crescere vuol dire imparare a gestire il disagio, perché diventi sempre meno doloroso.

Una cosa è certa: il dolore provato è già alle spalle, visto che ora il suo cuore batte di nuovo, e per un altro italiano:

Sto benissimo, sono felice… Qualcuno poteva pensare che sarei rimasta da sola tutta la vita?.

Se siete tra coloro che credono che sia stata lei a lasciare Accorsi, forse dovrete ricredervi, anche se lei non lo dice chiaramente:

Perché la gente pensa sempre che siano le mogli a lasciare i mariti? A volte è il contrario. Nel mio caso è stato più semplice, perché non sono mai stata sposata. Mi sposerò una volta sola, come i miei genitori.

In compenso ha fatto tre figli, di cui due con Stefano Accorsi:

Certo, perché ho amato e vissuto, perché sono viva…Voglio diventare vecchia con il fuoco negli occhi, non arrendermi mai. Perché restare insieme, quando si è cambiati: forse per raccontarsi bugie?

E anche se invidia chi ha la capacità d reinventarsi in una coppia, la Casta è contenta di essere così com’è:

Li invidio, mi piacerebbe, ma non sopporto la menzogna. Preferisco andare dove mi porta l’istinto, anche se so che è la strada più difficile. Forse cambierò, ma per il momento voglio vivere così. Come una disadattata felice.

Il suo nuovo amore, Lorenzo, è pugliese. Ed è quindi normale chiederle come mai le francesi piacciano così tanto agli italiani:

Lei non ha capito niente. Sono gli italiani che piacciono alle francesi. Ci affascinano talmente che, alla fine, sono costretti a ricambiare.

Se volete saperne di più, trovate domani l’intervista integrale su Vanity Fair.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto