Dramma per tutti gli amanti dell’hard. Un gruppo di malviventi ha fatto razzia dell’archivio personale di Ilona Staller, in arte Cicciolina, storica pornostar ungherese da anni residente in Italia. Stiamo parlando di film che hanno fatto la storia dell’arte del Novecento, mica ciufoli!

Il materiale sottratto, composto da DVD, registrazioni audio e, magari, qualche oggetto di scena (…ehm…), si trovava nel garage della casa romana della showgirl. È ipotizzabile che i furfanti fossero già a conoscenza del contenuto del box auto e abbiano agito nella speranza di poter rivendere il malloppo agli amanti del genere.

Una volta scoperto il furto, la Staller ha denunciato l’accaduto alle autorità. Ma le possibilità che la refurtiva venga ritrovata non sono altissime, anche a causa della tardiva scoperta dell’intrusione da parte della padrona di casa.

Nata 62enne anni fa a Budapest, l’ex star a luci rosse deve gran parte della sua popolarità ad una lunga ed onorata carriera sui set insieme a star come Moana Pozzi e Rocco Siffredi. Nel 1987 diventa deputata della Repubblica Italiana grazie all’inserimento nelle liste del Partito Radicale. 25 anni dopo Cicciolina tenta di nuovo la via della politica: dopo una mancata candidatura alla poltrona di sindaco di Monza, la signora Staller tenta l’ingresso nel consiglio comunale di Roma. Gli elettori puniscono lei e la lista che l’aveva candidata, Repubblicani e Liberali, con percentuali da prefisso telefonico. Trombata.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Incidenti Leggi tutto