Francesco Renga – che non solo è tra i favoriti alla vittoria, ma anche considerato il più bello del Festival – arriva questa sera sul palco dell’Ariston e sarà proprio lui ad aprire le danze della seconda serata. Se i nostri amici di Soundsblog lo hanno intercettato e intervistato nella cittadina ligure, il cantante bresciano è anche protagonista di un’intervista del settimanale Chi, da oggi in edicola.

Renga torna ancora una volta a negare che la canzone Vivendo adesso – che parla di tradimento – abbia un qualche riferimento alla sua vita privata:

Il fatto di essere un personaggio pubblico che sta con un altro personaggio pubblico (Ambra Angiolini, ndr) e ha una famiglia, scatena un groviglio in cui è difficile tenere a bada i gossip. Però me ne lavo le mani perché la canzone l’ha scritta Elisa (ride, ndr).

Lui, del resto, è sempre stato uno che perdona, anche quando si parla di tradimenti:

Non sono un rancoroso, diciamo che perdono perché ho bisogno di essere perdonato.

Il cantante scherza inizialmente sul motivo per cui ha iniziato a cantare, a soli 14 anni, ma poi torna serio e ammette di non averlo certo fatto per essere considerato un sex symbol:

Non ho mai avuto problemi con le donne, sono sempre piaciuto. Scherzi a parte, la verità è che a 14 anni, appena sono entrato in una sala di registrazione, ho deciso che avrei fatto il cantante. Questo mi ha permesso di non disperdere energie e di avere un faro, una stella, anche in momenti drammatici: l’unico modo per cercare di essere risolto era quello di cantare e scrivere canzoni.

Quanto al fatto di essere dato da molti già per vincitore, Francesco ancora una volta risponde con ironia:

Se vincessi e portassi a casa una seconda statuetta sarebbero contenti i miei figli, che così ne avrebbero una ciascuna!

Iolanda e Leonardo sono del resto il grande amore della sua vita:

Sono [un padre] molto complice, Ambra è quella severa, io ho l’età dei miei figli: Iolanda ha dieci anni e mi sta superando, con Leonardo, che ne ha 7, il rapporto è paritetico.

Per chiudere l’intervista non potevano mancare parole d’amore per la sua compagna, Ambra Angiolini, conosciuta proprio al Festival di Sanremo del 2000:

Ho conosciuto [lì] la mamma dei miei bambini, il Festival mi ha portato fortuna. Ai tempi Ambra lavorava per una radio e io, che sono sempre un po’ avulso dal contesto, sapevo che aveva fatto Non è la Rai, ma ho visto subito la persona, non il personaggio. Diciamo che, sì, è stato un incontro folgorante.

Stasera, guardano il Festival, scopriremo qualcosa in più su Francesco Renga e capiremo se davvero può aspirare alla vittoria.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cantanti Leggi tutto