Sharon Stone racconta i suoi problemi con i chili di troppo

La confessione del sex symbol: "Sembravo una piccola Anne Nicole Smith"

Sharon Stone

Gli anni '90 l'hanno consacrata a sex symbol mondiale. Eppure nel passato di Sharon Stone c'è un infortunio che ha rischiato di compromettere la sua carriera nel mondo del cinema. La star di Basic Instinct, l'indimenticabile pellicola erotica che ha lanciato l'attrice, ne ha parlato ai microfoni della rivista Shape

Quando avevo 20 anni, dopo un incidente a cavallo, mi fecero delle iniezioni di cortisone e presi molto peso, qualcosa come 20 chili. Sembravo una piccola Anne Nicole Smith, con una vita piccola, le tette grandi e il sederone. Ovunque andassi, gli uomini impazzivano per il mio corpo. Io volevo semplicemente morire, quindi diventai introversa.

Erano gli inizi degli anni '80. Poco meno di un decennio dopo, la Stone diventa un fenomeno mediatico nei panni di Catherine Tramell, la scrittrice sexy che riesce ad ammaliare Nick Curran (Michael Douglas) in Basic Instinct. A quel periodo di grande successo, ne fece seguito uno altrettanto difficile. C'entra il tempo e l'aspetto fisico.

C'è stato un momento sui 40 anni in cui ero solita rinchiudermi nel bagno con una bottiglia di vino. Chiudevo la porta e dicevo: "Non esco finché non riuscirò ad accettare il mio aspetto". Esaminavo il mio viso con una lente d'ingrandimento. Guardavo il mio corpo e mi veniva da piangere. Pensavo: "Voglio invecchiare come una ballerina. Voglio mantenere quel tipo di forma".

A 55 anni, Sharon Stone ha finalmente accettato la sua condizione di donna matura. Il 2014 vedrà l'uscita di almeno due film in cui la diva la farà da protagonista. Chi l'ha detto che a Hollywood non c'è posto per le over 40?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail