Ne è passato di tempo da quando Colin Farrell si spaccava di alcol e droga. A quel periodo risalgono i film più famosi dell’attore irlandese. E fra i tanti usciti al cinema, c’è un “lavoro” circolato solo online nonostante il parere negativo del diretto interessato.

Ovviamente, trattasi del celeberrimo sex tape che vede il divo alle prese con la coniglietta di Playboy Nicole Narain. Ancora oggi, al solo ricordo dell’esistenza di quel filmato, Colin è preso dal disgusto, come si evice dall’intervista rilasciata di recente ad Elle.

Fu spaventoso. [Al processo] fui ascoltato come testimone per ben 4 ore mentre cercavo di spiegare per quale motivo non volevo che uscisse. Ci mancava solo che finisse su un canale on-demand in una stanza di hotel e mia madre lo comprasse dicendo: “Ah questo non l’ho mai visto”.

Nel 2005, la svolta: la star di Alexander decide di ricoverarsi in rehab per dare un taglio all’abuso di qualsiasi cosa gli passasse sotto mano. Il ritorno alla normalità e l’assestamento ad una vita da sobrio non sono stati però molto facili.

Ho fatto l’amore con una donna due anni e mezzo dopo essermi ripulito ed è stato uno dei momenti più terrificanti della mia vita. Era pomeriggio, le finestre erano aperta. È stato bello e, a voler essere volgari, non era solo una scopata. Lei era dolcissima, ma è stato comunque terrificante. Io ero abituato all’ubriachezza, alle ‘dark room’, ai locali, ai bagni…un po’ ovunque.

Ci si abitua a tutto. O quasi. Interrogato sul suo attuale status sentimentale, il buon Colin è stato onesto: la monogamia non fa per lui. “Non voglio dire che sia impossibile essere monogami -ha spiegato il divo – Anche io lo sono stato nelle mie relazione. Ma oggi non sono impegnato, quindi significa che non fuzionano“.

Via | Us Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto