L’imprenditore Flavio Briatore, divenuto anche un personaggio televisivo di successo grazie al talent show dedicato al business The Apprentice, è stato rinviato a giudizio per evasione fiscale per quanto riguarda il suo mega-yacht chiamato Force Blue. La decisione è stata presa dal gup Nadia Magrini mentre la richiesta di rinvio a giudizio era stata fatta dai pm Patrizia Petruzziello e Walter Cotugno.

I fatti risalgono al maggio del 2010: lo yacht Force Blue fu sequestrato dalla Guardia di Finanzia al largo della Spezia con a bordo lo stesso Briatore, sua moglie Elisabetta Gregoraci e il loro figlio Nathan Falco (rimasero nella storia le dichiarazioni della showgirl calabrese che affermò che il bambino non era più sereno da quando aveva perso lo yacht…).

In parole povere, Flavio Briatore è stato accusato di aver simulato un’attività di noleggio, riguardo ovviamente lo yacht, per godere di una serie di tariffe agevolate. Secondo l’accusa, però, il Force Blue era unicamente per uso personale.

La proprietà del mega-yacht era intestata alla Autumn Sailing Limited, una società delle Isole Vergini Britanniche di cui Briatore era amministratore. Sempre secondo l’accusa, facendo finta di svolgere questa attività commerciale, Briatore ha potuto utilizzare lo yacht (di proprietà extraeuropea) all’interno dell’Unione Europea senza pagare né l’Iva dovuta all’importazione (una cifra pari a 3,6 milioni di euro), né le imposte sul carburante (900mila litri di carburante pari a circa 1,5 milioni di euro di risparmio).

Flavio Briatore si è sempre difeso, affermando di aver compiuto involontariamente un errore:

Pensavo di essere in regola. Se la Guardia di Finanza mi avesse detto che dovevo pagare lo avrei fatto senza problemi.

Gli avvocati di Briatore, Fabio Lattanzi e Massimo Pellicciotta, sono certi che il loro assistito sarà assolto:

Prendiamo atto della decisione del gup e siamo certi che Briatore verrà assolto perché il fatto non sussiste. Con la conseguenza che lo Stato italiano avrà speso soldi per indagini e processi.

Flavio Briatore e gli altri quattro imputati (il comandante Ferdinando Tarquini e i tre amministratori della Autumn Sailing Limited), presenzieranno al processo il prossimo 10 aprile.

Foto | © Getty Images

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto