Madame Tussauds manda in pensione Justin Bieber. La sede newyorchese del celebre museo delle cere ha deciso di ritirare la statua della pop-star a causa dell’eccessivo “stress” a cui è stata sottoposta negli ultimi mesi.

Sembra infatti che le belieber che visitano regolarmente il museo non si limitino a posare accanto al finto Justin. Pacche e toccatine sono all’ordine del giorno e sono tutte localizzate nelle zone più sensibili dell’opera. Con tanti saluti al duro lavoro dei maestri cerai – si chiamano così? – di Madame Tussauds.

All’attenzione eccessiva delle fan bisogna poi aggiungere il cambiamento fisico attraversato dal cantante nel corso degli ultimi 3 anni. La statua in questione era ancora ferma al look del 2011, quando Justin frequentava Selena Gomez e ignorava l’esistenza dei bordelli. Chissà, magari nei laboratori del museo si sta già lavorando alla versione 2.0 dell’idolo delle adolescenti.

Perché, ad esempio, non ritrarlo come appare nella foto segnaletica di fine gennaio? Dopo tutto, il nuovo Bieber è anche questo: genio – poco – e sregolatezza – molta. Non si può far finta di niente: il secondo mese dell’anno non è ancora finito e Justin ha già collezionato due arresti in altrettante nazioni. Nei prossimi mesi dovrà risponderne in tribunale. Sempre che non finisca di nuovo in gattabuia per un’altra bravata. A questo punto, tutto è possibile.

Via | Page Six

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto