Il corpo senza vita di Nancy Motes, sorellastra 37enne di Julia Roberts, è stato ritrovato domenica nella sua casa di Los Angeles. La donna era frutto della relazione fra la madre dell’attrice Premio Oscar, Betty Lou, e il secondo marito, Michael Motes.

La conferma è arrivata ieri sera tramite un comunicato stampa diffuso dalla famiglia della Motes.

È con grande tristezza che confermiamo la morte di Nancy a causa di quella che sembra essere un’overdose. L’ufficio del medico legale non ha ancora stilato un rapporto ufficiale. La nostra famiglia è shoccata e devestata.

A dare l’allarme è stato il compagno della Motes, John Dilbeck, che pochi minuti dopo le due di domenica pomeriggio ha rinvenuto il corpo nel bagno della loro abitazione.

Nonostante Motes avesse tentato di seguire i passi della celebre sorellastra, il suo ultimo lavoro era stato nel dietro le quinte di Glee come assistente di produzione. Negli ultimi anni i rapporti fra Julia e Nancy si erano incrinati: in un’intervista di qualche anno fa la Motes si era scagliata contro la propria famiglia, colpevole – a suo dire – di averla ripetutamente criticata per il suo peso eccessivo.

Quando cresci in una famiglia di persone bellissime, ti senti intimidita. Essere la sorellina di Pretty Woman mi ha spinto a provare a vedere la persona dentro e non quella fuori. Nella mia vita sono stata spesso giudicata per il mio peso.

Pur di risolvere il problema, nel 2012 la Motes si era sottoposta ad un intervento di bypass gastrico. In quell’occasione, piuttosto che chiedere un aiuto finanzario alla sorellastra, Nancy preferì farsi prestare i soldi da una banca. “Sono come i lavori in corso – aveva profeticamente dichiarato all’epoca la donna – non si riparerà tutto in una sera. E non penso che basti essere magre per mettere tutto a posto“.

Via | Us Magazine

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto