La colpa delle follie di Justin Bieber? Facile. Tutta di Selena Gomez. Presunta verità clamorosa e a dir poco ‘surreale’ quella sbandierata da Brad, zio del giovane cantante che negli ultimi 15 mesi ne ha combinate di tutti i colori, tanto dall’assaporare persino il ‘sapore’ del carcere.

Intervistato da Star Magazine, il fratello del padre di Bieber, Jeremy, ha infatti così ‘motivato’ le pazzie del turbolento e milionario nipotino.

“Come vi sentireste se il vostro primo amore fosse andato in frantumi e se tutto ciò fosse diventato di dominio pubblico, togliendovi quindi ogni possibilità di provare a riparare le cose? E’ solo un ragazzino, la gente lo dovrebbe capire. Solo che è incredibilmente ricco e ha molte responsabilità, che ancora non sa gestire”. “Ha semplicemente il cuore spezzato”.

Un cuore talmente affranto da pagare migliaia di dollari squadroni di spogliarelliste, frequentare prostitute e mandare sms porno proprio all’ex fidanzatina che lo avrebbe fatto soffrire. Ipotetiche verità come detto alquanto discutibili, quelle di zio Brad, che ha poi così consigliato a Justin di calmarsi e di prendersi un lungo periodo di ‘pausa’ dai riflettori, in modo da capire cosa voglia fare della propria esistenza, e ovviamente prima di rovinarsela definitivamente finendo ancora una volta in galera.

Tutto questo a pochi giorni dal ritorno di Bieber in una stazione di polizia, viste le accuse piovutegli sul capo di aver ‘aggredito’ il proprio autista, e la rehab ‘spontanea’ a cui si è sottoposta l’ex Selena Gomez, proprio perché distrutta da una relazione che ha finito per disossarla dal punto di vista emotivo. Peccato che l’ex stellina Disney, ovviamente, non abbia dato sfogo alle proprie sofferenze combinando deliri e illegalità varie come il giovane cantante. Che andrebbe semplicemente messo dinanzi alle proprie responsabilità, e non giustificato. Almeno non in famiglia.

Fonte: Mirror

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Dichiarazioni e interviste Leggi tutto