Dopo la lettera di Mario Balotelli, resa pubblica ieri durante l’ultima puntata di Verissimo, il commento di Raffaella Fico, showgirl e madre di Pia, la bambina ufficialmente riconosciuta dal calciatore del Milan e della Nazionale, era più che prevedibile ed è arrivato oggi, durante la puntata odierna di Domenica Live, il programma condotto da Barbara D’Urso, di sicuro non la conduttrice preferita del calciatore.

Raffaella Fico ha espresso, ovviamente, la sua massima soddisfazione dopo il tweet pubblicato da Balotelli e, soprattutto, è contenta di non essere passata per bugiarda (anche se le cose di cui veniva accusata, a dire il vero, erano ben altre). Queste sono state le sue dichiarazioni:

Io ho sempre detto la verità. Io ti posso solo ringraziare, Barbara, perché tu dai voce a tutte le donne che hanno problemi e difficoltà. Io sono felice, finalmente il papà di Pia ha preso la sua presa di coscienza.

Comprovato che Balotelli ha “preso la sua presa di coscienza”, l’obiettivo di Barbara D’Urso è diventato il seguente: scoprire se Balotelli ha ufficializzato la sua paternità dopo il test del Dna o perché si è improvvisamente ricordato di avere avuto un rapporto sessuale con Raffaella Fico (che sarebbe impossibile da dimenticare, ad essere sinceri). La Fico ha fatto intuire come sono andate realmente le cose:

Io credo che per scrivere ciò che ha scritto, avrà avuto le sue certezze, non è uno sprovveduto. Io nei particolari non posso andare, c’è una causa civile. Il test del DNA è uno step della causa. (Lungo silenzio, ndr) Per scrivere ciò che ha scritto, avrà avuto le sue certezze.

Raffaella Fico ha, quindi, manifestato tutta la propria felicità:

Io sono felice solo per Pia perché finalmente ha il suo papà e potrà godere anche dell’amore suo. Sono contenta.

Una cosa da rimproverare a Mario Balotelli, però, Raffaella Fico ce l’ha avuta (e te pareva…):

Capisco il tweet, la gioia e la voglia di comunicarlo a tutti i fans ci può stare. Avrei preferito una chiamata, però, capisco che dopo due anni uno dice “Chiamo l’altra persona, chissà come la potrebbe prendere…”. Anche se io ho sempre ribadito che da parte mia c’era la totale disponibilità. Io non gli attaccherei mai il telefono, perché è il padre di mia figlia e voglio la serenità di mia figlia.

Di conseguenza, Raffaella Fico concederà a Mario Balotelli il tempo necessario per trovare il coraggio di conoscere la bambina:

La cosa importante è che lui metta in pratica ciò che ha scritto e sono sicuro che lo farà. Sono sicura che mi chiamerà. E’ giusto che ha i suoi tempi. Da parte mia, totale disponibilità. E’ giusta che abbia i suoi tempi. Quando sarà sicuro, la vedrà e impazzirà di gioia. Vorrei che lui l’abbracciasse e la prendesse tra le sue braccia. Bisogna far capire a Pia piano piano che è lui il suo papà. Pia è a casa. La trova lì, quando vuole. Pia dovrà conoscerlo piano piano e identificare la figura paterna in lui.

La showgirl, successivamente, ha anche commentato il pianto di Mario Balotelli, scoppiato in lacrime dopo la sconfitta del Milan contro il Napoli. Raffaella Fico ha affermato che non c’è nessun collegamento con la sua paternità:

Io lo conosco quasi bene. Ogni volta che lui gioca, ci tiene a dare il massimo. La sua rabbia e il suo sfogo sono stati causati del fatto che non ha segnato. Mario, fondamentalmente, è una persona buona. Poi possono capitare delle cose nella vita, ma non è cattivo.

In un inedito cross-over tra casi di gossip, infine, Raffaella Fico ha conosciuto Cristina Sinagra, madre di Diego Sinagra, il figlio italiano di Diego Armando Maradona non ancora riconosciuto dal celebre ex calciatore argentino. Questo è stato il commento della Sinagra:

Io sono contenta per lei e per sua figlia. Il dolore più grande sono i figli. Balotelli non avrà il rimpianto di non aver conosciuto sua figlia. Ho lottato come te, la cosa bella è che la bambina possa abbracciare il padre.

Raffaella Fico, quindi, ha commentato la situazione che la Sinagra, a distanza di molti anni, sta vivendo ancora:

Io ho sofferto per questo. Sono stata accusata di essere bugiarda, speculatrice, approfittatrice . Su di me, possono dire tutto. La verità è una e io l’ho sempre saputa. Non mi importa più di quello che è successo e di quello che è stato detto.

Nonostante questo sipario immaginario, calato giù su questa storia, l’impressione generale è che, di questa vicenda, se ne parlerà per molto e molto altro tempo ancora.

Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Attualità Leggi tutto